[Recensione] Dark Eden di Moira Young


Buona Giornata! Con Lucifero in giro, il caldo è diventato davvero insopportabile! Ho terminato ieri di leggere Dark Eden, edito dalla Piemme Freeway e vi lascio la mia opinione...

La prima cosa che lascia un pò perplessi quando si affronta la lettura di Dark Eden è il linguaggio. Nella premessa, la traduttrice spiega che viene utilizzato questo tipo di linguaggio per avvicinarsi maggiormente a quello che l'autrice utilizza originalmente...

Ma dopo aver fatto l'abitudine ad un linguaggio completamente scorretto dal punto di vista grammaticale, senza punteggiatura la lettura è veloce e avvincente!

La protagonista del romanzo, Saba, vive insieme al Padre, alla sorellina e all'amato gemello Lugh a Silverlake, un luogo desolato, arido, in mezzo al nulla...Quando Lugh, che per Saba è la persona più importante della sua vita, viene rapito, lei decide di intraprendere un lungo e difficile viaggio per ritrovarlo e riportarlo a casa...

Durante questo viaggio Saba si imbatterà in molti pericoli, imparerà a fidarsi degli altri e scoprirà il valore dell'amicizia e dell'amore!

Dark Eden pur essendo solo il primo volume di una serie, può considerarsi, dato il finale, in parte autoconclusivo...

Nonostante qualche perplessità iniziale, dovuta più che altro al linguaggio, Dark Eden mi è piaciuto molto, i personaggi sono ben caratterizzati, prima fra tutti la protagonista, Saba, che si rivela essere un personaggio forte e deciso!


Spero che verrà pubblicato presto il secondo volume della serie, perchè sono ansiosa di leggere ancora delle avventure di Saba!

Commenti

  1. beh, se l'aspetto del linguaggio è superabile, meglio così perchè effettivamente quando è "fastidioso" l'attenzione può diminuire; ma se la storia e i personaggi sono interessanti, penso che alla fine possa essere apprezzato!
    io non l'ho letto ma è uno di quelli che mi attira!

    RispondiElimina
  2. Ti assicuro che alla fine la storia ti coinvolgerà tanto da dimenticarti del linguaggio!

    RispondiElimina

Posta un commento