Il mangiateste di Samuel Giorgi

Pagine: 392 Prezzo: 17,50 €

Un tranquillo paesino di montagna. Tredici suicidi in meno di un anno. Un'antica superstizione che semina terrore.

In un paese della Val d'Ossola, una lunga sequenza di suicidi ha gettato nel panico la comunità e ha lasciato la polizia senza risposte. Al caso si interessa Luna, giovane detective dotata di un intuito particolare; mentre cerca di fare luce sulla vicenda, si imbatte in antiche superstizioni che alcuni collegano al responsabile di quell'orrore. E qualcuno gli ha già dato un nome: il Mangiateste.
Nel frattempo, a Villa Luce, la clinica che in paese ospita soggetti con problemi psichici, sembra emergere un'altra interpretazione dei fatti: questa coinvolge alcuni pazienti gravi rinchiusi in un'ala dell'istituto di cui sono a conoscenza solo in pochi. Con l'aiuto degli altri membri della squadra, rischiando di essere travolta da quest'ondata di follia suicida, Luna porterà a galla una drammatica vicenda del passato, per la quale qualcuno sta consumando poco alla volta la sua vendetta.


"Mamma, gliel'ho detto che non voglio più andare a giocare con lui. Si deve essere tanto arrabbiato, mi ha fatto un po' paura. Ma so che fa così perché è triste. È così, vero, mamma?"
 
Samuel Giorgi
È nato a Milano nel 1968. Laureato in Lingue e Letterature Straniere, quando non scrive o legge thriller, gialli e noir, si occupa di insegnamento della Lingua italiana e di formazione in ambito interculturale.
Vive in un piccolo comune del Parco del Ticino con la moglie e i due figli. Il Mangiateste è il suo primo romanzo.

Commenti