Recensione: I sogni perduti delle Sorelle Brontë di Syrie James

Buona Giornata cari Lettori!
Ormai è ufficiale: Le Fenici andranno al Salone del Libro quest'anno!
Sono entusiasta e non vedo l'ora che arrivi il giorno della partenza!
Intanto,eccovi una nuova Recensione...


"Ho scritto molto sulle gioie dell'amore. E da molto tempo sogno, nel profondo del mio cuore, di incontrare un uomo con cui creare un legame intimo e indissolubile; ogni Jane, credo, merita di avere il suo Rochester. Da tempo, ormai, avevo rinunciato all'idea di poter vivere in prima persona un'esperienza del genere. Al posto dell'amore, scelsi di avere un lavoro. E ora mi ritrovo a chiedere a me stessa: possono due parti così fondamentali nella vita di una donna coesistere pacificamente o è necessario sceglierne una? Ora che ho ricevuto una proposta di matrimonio, mi domando: amo davvero quest'uomo? Così, mi rivolgo alle mie compagne più sincere, carta e penna, e chiedo loro una risposta." 
Ci sono segreti che una donna non può rivelare nemmeno alla più cara delle amiche, dubbi che possono essere sciolti soltanto cercando la verità più profonda del proprio cuore. Per questo Charlotte Brontë amava così sinceramente il suo diario. Solo a lui poteva confidare i segreti più intimi del suo animo: la verità sull'uomo che era entrato nella sua vita in un giorno di tempesta, un uomo rude, quasi sgradevole, ma anche forte e in grado di proteggerla dal mondo, che Charlotte aveva iniziato ad amare in segreto. Nei suoi diari, ritrovati nella cantina di una villa dello Yorkshire Charlotte Brontë racconta la propria vita, quella della sorella Emily, le loro aspirazioni come giovani scrittrici in un mondo di soli uomini.

I sogni perduti delle Sorelle Brontë è un diario che racchiude il racconto della vita di Charlotte Brontë e delle sue sorelle, Emily ed Anne.
L'autrice scrive questo libro come se a raccontarlo fosse la stessa Charlotte che rivive tutti gli avvenimenti più significativi della sua vita,a partire dalla sua infanzia nella brughiera insieme ai suoi fratelli,passando per l'educazione nelle varie scuole che frequentò per poter diventare un insegnante fino ad arrivare al successo come scrittrice,dopo la pubblicazione del suo capolavoro, Jane Eyre...
Il romanzo mi è piaciuto moltissimo,pagina dopo pagina sono riuscita a rivivere la vita di alcune delle mie scrittrici preferite e ho trovato il racconto in prima persona di Charlotte molto verosimile e ben fatto.
L'autrice è stata brava nel ricostruire le atmosfere dell'epoca e nel ricostruire la storia di tre sorelle accomunate dal desiderio di scrivere...
Il libro è molto suggestivo e le descrizioni dei luoghi in cui le sorelle Brontë vissero sono bellissime,tanto che a tratti sembra di camminare insieme a Charlotte nella sua amata brughiera...
Quello che mi ha colpito maggiormente,pur essendo questa una biografia romanzata,è il racconto di come le tre Sorelle riuscirono a realizzare il loro sogno di vedere pubblicati i loro libri: attraverso tanti sforzi e sacrifici,addirittura pagando per essere pubblicate in un mondo completamente "maschile" in cui le donne venivano considerate esclusivamente per il loro ruolo di mogli e madri e per nient'altro,le Sorelle Brontë riuscirono a diventare tre scrittrici famose, con gli pseudonimi di Acton, Ellis e Currer Bell,rimanendo nell'anonimato ma riuscendo nel loro intento di far arrivare a moltissime persone le loro opere!
Il libro si legge velocemente ed è difficile staccarsi dalle pagine,tanto è affascinante la storia di queste tre donne e ci sono stati anche momenti in cui mi sono commossa leggendo delle disgrazie che furono costrette ad affrontare.
I sogni perduti delle Sorelle Brontë è una bellissima storia che ci fa rivivere la vita di tre donne straordinarie,di tre scrittrice talentuose che con la loro forza di volontà e il loro coraggio riuscirono a realizzare i loro sogni,anche se erano le uniche a crederci!

Votazione:
5 Cuori

Consigliamo di accompagnare la Lettura con...




Commenti