[Recensione] La Maledizione di Ondine di Barbieri Valentina




Ondine è una giovane sensitiva in grado di percepire una dimensione in cui gli spiriti vagano, anelando il modo per tornare nel mondo dei vivi. Cercando una spiegazione razionale e scientifica, Ondine, insieme all’amico Francesco, indaga su eventi paranormali. La verità inizia a venire allo scoperto quando a Londra incontra Benjamin Law, un giovane e affascinante prete in grado di passare dall’Altra Parte. Grazie a lui, Ondine viene a conoscenza di oggetti posseduti e assiste a un terribile esorcismo. Le informazioni su un antico Ordine dei Guardiani portano Ondine e Benjamin a Praga, alla disperata ricerca di Lysandra Novacek, l’ultima discendente della famiglia a capo dell’Ordine. Tra spiriti e luoghi antichi, Ondine viaggerà per l’Europa, affrontando le sue più grandi paure, compresa quella di un amore così forte quanto impossibile.
Chi sono i Guardiani dei Portali e perché l’Ordine si è sciolto dopo la seconda guerra mondiale? Cosa si nasconde dentro la dimora di Hasdeu, filosofo e politico romeno della fine dell’800? Come si sconfigge chi è già morto?

Valentina Barbieri ha pubblicato un racconto, “Arèl”, nell’Almanacco Fantasy di Lettere Animate. Autrice esordiente La maledizione di Ondine è un e-book edito da Youcanprint. 


L’argomento su cui si sviluppa la trama del primo episodio di questa saga young-adult è molto interessante.
 Come pure i luoghi e i personaggi che lo caratterizzano. Si parla di ‘fenomeni paranormali’, di Taos Hum o metafonia e altre vicende affascinanti che giungono alla fine del romanzo. 

È proprio quando la situazione comincia a complicarsi che il racconto diviene più interessante. 
All’inizio, almeno noi, siamo rimasti un po’ ‘spaesati’, diciamo, da una vicenda, narrata sì con semplicità e immediatezza, ma che ci appariva come ‘incompleta’. 

Bellissima la copertina, che invita e cattura, ma pensiamo che il romanzo manchi di una complessità narrativa che ben si mescolerebbe alla laboriosità della tematica. 

Tre cuori per questo libro che ci ha fatto pensare a un film horror, ESP – fenomeni paranormali …  

VOTAZIONE
Tre cuori
Il film che mi ha ispirato:
 



Commenti