[Recensione] Le ricette segrete della cucina dell'amore di Senate Melissa



 Pagine:331 Prezzo:14,90€
Tutti a Blue Crab Island, nel Maine, chiamavano Camilla la dea dell'amore perché, con il suo talento di veggente era riuscita a salvare matrimoni in crisi. Ma Camilla non era solo un'indovina, era soprattutto una bravissima cuoca, amante della cucina italiana e delle sue specialità. Agli studenti della sua scuola di cucina suggeriva di aggiungere sempre nella pentola un ingrediente segreto: un ricordo triste, un pensiero felice, un fervido desiderio. Questo rendeva uniche le ricette e faceva sì che si realizzassero le speranze di chi le eseguiva. Holly, sua nipote, aspetta da anni l'uomo giusto: al suo vero grande amore, le ha predetto la nonna, piacerà un piatto particolare dal sapore molto intenso... La ricerca diventa sempre più complicata e Holly sembra destinata alla solitudine. Quando però eredita la scuola di cucina di Camilla e il suo ricettario, Holly impara come trovare la propria strada. Scoprirà che gli ingredienti essenziali della vita sono in realtà costituiti da un intreccio di trame: ricordi, sogni e speranze si legano a formare il romanzo della vita di ognuno dandoci la possibilità di scoprire la vera ricetta della felicità che si nasconde in noi. 
Eccomi qui a Recensire "Le ricette segrete della cucina dell'amore" questo libro non so perchè, mi è sembrato "triste". 
Come quei magoni che ti vengono all'improvviso e non sai il perchè, ne per quale motivo ti siano venuti, senti solo che c'è qualcosa di bello ma hai una sorta di bozzo in gola che non vuole scendere. 
Bellezza nella tristezza potrei definirlo.
 La storia si incentra su Holly una ragazza non più giovanissima che nella sua vita è stata lasciata dai suoi presunti amori, perchè il destino è DESTINO e nulla può cambiarlo nonostante si mettano in mezzo mille avversità e peripezie. Holly non riuscirà a trovare mai la sua vera strada, fin quando delusa dall'ennesimo amore, ritornerà alle sue orgini e dalla nonna che l'ha cresciuta nel suo cucinino; qui entrano in gioco i vari ingredienti...ogni ricetta deve contenere un emozione, quella giusta perchè il cibo è un pò come le sensazioni assapori tutta l'essenza di esse ma non le vedi.
Ognuno si ritroverà con i suoi problemi e ognuno accosterà la sua ricetta per riuscire a risolvere i problemi della sua vita. Il libro non disdegna la scrittura ma fa comprendere che un piccolo rantolo di speranza alla fin fine c'è per tutti, senza distinzione; la fiducia in noi stessi non deve mai mancare. 
Consigliato a chi ha il cuore SPEZZATO!!

VOTAZIONE: 
Tre Cuori e mezzo
L'abito che mi ha ispirato

Commenti