[Recensione] Il mio cuore cattivo di Wulf Dorn

Cinque Fenici
"Gli animali, per me, non hanno colore. Non ne hanno nemmeno bisogno perchè non nascondono niente agli occhi degli altri. Contrariamente a noi esseri umani, sono sempre e semplicemente se stessi."

WOOW! Non avevo letto ancora nulla di questo autore e devo dire che mi ha lasciata basita! Bello, bello, B-E-L-L-O!!  Suspence, azione, terrore e paura sono stati gli elementi fondamentali. A me personalmente ha mescolato le idee e le ha confuse rendendo il finale scoppiettante e la mia mente stranamente informe.

La copertina italiana è meravigliosa, intonata perfettamente con il libro e la sua storia. La faccia della ragazza in copertina la rende affascinante e intuitiva allo stesso tempo. Il rosso dei suoi capelli, rende tutto perfetto, sul nero preciso della copertina.

Ho divorato completamente questo libro, la scrittura dinamica e avventurosa, piena di armonia, talmente tanto coinvolgente che più di una volta sono caduta dalla sedia e non sto scherzando! 

L'abilità che ha Wulf Dorn è davvero unica, non me l'attendevo di certo, un romanzo perfetto sotto ogni punto di vista. Non è semplice montare un thriller, se poi si parla di psicho-thriller è ancora più difficile ma lo scrittore non sembra aver avuto nessuna difficoltà.

La storia narra di Dorothea chiamata "Doro" o più semplicemente come lei vuol essere chiamata. Doro, ha subito un trauma, la morte del fratellino minore. Lo stesso è stato trovato, da lei, morto una mattina nella sua stanzetta. La morte è un incognita totale, lei non ricorda nulla ma una voce la incita a ricordare, la verità. Lei non vuole e cercherà in ogni modo di espiare la propria colpa, sembrando agli occhi degli altri una pazza isterica. Come ogni famiglia colpita da un dramma e non abbastanza forte, anche la sua si scoglierà e lei e la mamma diverranno migliori amiche trasferendosi in un piccolo paesino. Lì inizierà la loro odissea.

Sferzante sotto ogni punto di vista, questo romanzo ha saputo colpire al cuore con un abilità estrema. DA LEGGERE sicuramente! Buona Lettura.

Commenti