[Recensione] La Felicità è un battito d'ali di di Wendy Wallace


Ho concluso questo libro alcuni giorni fa. Mi ha trasmesso un leggero senso di amarezza. Triste, evocativo e sensibile allo stesso tempo ha fatto in modo da lasciare che io desiderassi la salvezza della protagonista. Forte, tenace, combattiva e risoluta; la sua forza interiore mi ha lasciata basita.

Ho adorato fin da subito la copertina e la trama. Appena l'ho letta un senso di ampiezza e di apertura ha dato il via libero alla mia immaginazione. La donna sulla copertina è ineguagliabile, richiama perfettamente la trama. Si differenzia dalla copertina originale, molto sensibile anch'essa.

La donna come tutti sappiamo in tempi non tanti lontani, è stata vittima di vari sopprusi e questo libro sottolinea ancora una volta la diseguaglianza fra l'uomo e la donna. Meschinamente raggirata Anna la protagonista del libro viene rinchiusa dal suo presunto marito in un istituto psichiatrico per donne della buona società, dove si ricorre a metodi tutt’altro che nobili per piegare le passioni, sedare gli animi inquieti, curare quell’isteria che secondo la medicina dell’Ottocento è propria della natura femminile.

A dirla tutta la valutazione del libro stesso mi ha lasciata interdetta, perchè se nelle prime pagine l'ho trovato noioso, in fondo l'ho trovato tanto significato. Profondo, a tratti spento ha caratteri contrastanti. La soffernza di Anna mi ha lacerato, creando dentro un solco profondo, lasciando che il mio cuore si squarciasse alla cattiveria.

La voglia di fuggire dentro di me è stata forte ma sono arrivata fino alla fine e sono stata felice di farlo. Un libro, che mi ha strappato anima e corpo, le viscere e i sensi per riuscire a sopportare ogni dolore.

L'anima, la vita interiore sono sempre ciò che conta in una persona; potranno ferirti fisicamente, ammazzarti, sfreggiati, sputarti e umiliarti ma se la tua anima e la tua testa saranno in un luogo chiuso, lontano dal mondo,dalla malvagità, nulla potrà riuscire a far cadere la tua vita. BUONA LETTURA!


Commenti