[Recensione] Le molecole affettuose del lecca lecca di Francesco Consiglio

Buon Pomeriggio cari Lettori!
Oggi vi propongo una Recensione che ho fatto una fatica immensa a scrivere!

Storia di Ciccio Pesce e dei suoi quattordici, quindici e sedici anni, un tempo letterario sufficiente a far conoscenza con: due asfissianti genitori che lo credono afflitto dalla sindrome di Asperger, quattro ragazze morte (le sue), poliziotti e carabinieri che gli girano attorno senza che riesca a spiegarsene il motivo, un’amica invisibile che gli occupa la testa senza che ci sia modo di sfrattarla, uno zio erotomane con l’ossessione di entrare nel Guinness Book of Sexual Records. Ingredienti: rabbia, paura, tristezza, gioia, allegria, ansia, rassegnazione, gelosia, speranza. Indicazioni terapeutiche: terapia sintomatica della noia acuta e cronica.

Leggere questo piccolo libro è stata davvero un'impresa! Nonostante la brevità del testo ho faticato moltissimo a finirlo e purtroppo devo dire che la prima impressione che avevo avuto si è rivelata corretta...

Il libro racconta la storia di Ciccio Pesce e della sua adolescenza, un'adolescenza particolare/problematica, durante la quale il ragazzo è attorniato da personaggi quasi impossibili da gestire, primi fra tutti i suoi genitori...
I capitoli sono molto brevi e si alternano tra vari episodi, non seguendo un vero e proprio filo logico e narrando le vicende di Ciccio...
La prima cosa con cui bisogna scendere a patti leggendo questo libro è lo stile utilizzato dall'autore: si tratta di uno stile molto particolare, fatto di frasi brevi, spezzate e anche ripetute, uno stile che non ho apprezzato particolarmente!
La storia raccontata non mi è piaciuta, l'ho trovata noiosa, per niente divertente e non ho affatto apprezzato il linguaggio utilizzato.
Probabilmente ci sono lettori che apprezzano questo genere di romanzi e a cui piacerebbe, ma purtroppo io non sono fra questi!


Baci...

Commenti