[Recensione] Volevo essere Audrey Hepburn di Vanessa Valentinuzzi


Buongiorno miei cari! Oggi partiamo con la recensione di un romanzo Chick-lit molto raffinato. Volevo essere Audrey Hepburn dell'italiana Vanessa Valentinuzzi.

La copertina è molto carina, colorata e solare, perfetta per quest'estate priva di sole che stiamo attraversando. Il romanzo è un mix di eleganza e romanticismo. Divertente a tratti irriverente e scritto con una penna delicata. I personaggi sono tutti perfetti e si calano nel ruolo della spensieratezza senza risultare pesanti.

La storia parla, principalmente, di Viola che arrivata a trent'anni ha una vita davvero catastrofica. Si ritrova con un fidanzato che è sposato, e senza lavoro allora lei stessa dovrà re-inventarsi e il Cous Cous Club sarà un modo per divenire famosa e osannata. Le pagine si incespicano e si rincorrono in un misto di stupore, gioia e apprensione.
La protagonista, come Audrey Hepburn, vorrebbe essere sensuale ma non ci riesce proprio in pieno e trasforma la sua vita in un vero e proprio pasticcio di carne con fagioli. Le righe scorrono veloci, la lettura è semplice e distensiva può essere fatta in soli due giorni, come ho fatto io, e può essere letto tutto d'un fiato. Una lettura elegante come la donna che non scorderemo mai "Audrey Hepburn". Buona Lettura.

"Il mondo è un posto pericoloso. Non per via di quelli che compiono azioni malvagie, ma per via di quelli che stanno a guardare senza fare niente."

Commenti

  1. Di solito non impazzisco per questo genere di libri definiti "romantici" che trovo sempre molto banali. Ma se la definisci una lettura elegante, ci farò un pensierino. ^_^

    RispondiElimina

Posta un commento