[Uscita del Giorno] Le sirene esistono di Elissa Piccinini

Volevo segnalarvi quest'uscita che mi è stata mandata poche ore fa e subito ha attirato la mia attenzione. Sembra un libro davvero stuzzicante, ho letto anche le prime pagine e devo dire che è davvero ben scritto...sicuramente continuerò e vi saprò dire la mia impressione. E' un saggio, quindi sicuramente scritto in maniera competente con una nota romanzata. Interessante, tutto da scoprire. Che ne dite, gli diamo una possibilità?

Pagine:170 Epub/kindle: € 4,99 Costo: € 15,00
Le Sirene sono fra i personaggi più misteriosi del folclore europeo. Nel mito omerico sono pericolose ammaliatrici, nella filosofia pitagorica e neoplatonica sono coloro che governano l’armonia delle sfere celesti, per i Padri della Chiesa sono demoni o simboli di paganesimo e lussuria, nella letteratura tardo-medievale e nelle cronache marinaresche sono autentici mostri marini, che destano l’interesse degli zoologi. Fra Ottocento e Novecento diventano simboli e metafore di vertiginosa potenza. Pittori e registi cinematografici mescolano le più diverse sollecitazioni, antiche e moderne, creando una matassa inestricabile. Ma cosa erano realmente le Sirene? Dove e quando nascono? E sono poi realmente esistite creature marine dalle sembianze simili alle Sirene? Questo libro, nato da anni di studi e ricerche, calando la rete nel mare magnum della letteratura, del folclore e della scienza, ripercorre l’intera storia delle Sirene e dà una risposta a tutti gli interrogativi che le riguardano: nascita, mutazioni, interpretazioni teologiche, simboliche, psicoanalitiche.

ELISSA PICCININI, docente di Lingua e Letteratura Italiana Latina e Greca, ha collaborato per diversi anni con l’Università degli Studi di Parma nel campo della Letteratura Cristiana Antica con attività seminariali e di ricerca. Autrice di diversi articoli, pubblicati su riviste scientifiche di ambito universitario, quali Vetera Christianorum. Scrive per la pagina culturale del quotidiano Gazzetta di Parma e suoi articoli sono apparsi in saggi miscellanei e riviste culturali.

Commenti