[Movie Review] Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate


“In una caverna sotto terra viveva uno hobbit. Non era una caverna brutta, sporca, umida, piena di vermi e di trasudo fetido, e neanche una caverna arida, spoglia, sabbiosa, con dentro niente per sedersi o da mangiare: era una caverna hobbit, cioè comodissima.”
Così ha inizio la favola, prequel del Signore degli Anelli, che negli ultimi anni abbiamo visto trasposta al cinema dall'ormai onnipresente Peter Jackson,che ancora una volta ci regala un'ultimo emozionante viaggio nella Terra di Mezzo...

La trasposizione de Lo Hobbit e la sua suddivisione in tre film,nonostante la brevità del testo, è stata oggetto di numerose critiche, specialmente da parte dei più affezionati lettori di Tolkien che nel film cercavano la massima fedeltà al libro.
Non avendo ancora avuto il piacere di leggere il romanzo, cosa che farò al più presto, ho guardato i film da semplice spettatrice e devo dire che sono stata ben felice di poter sedermi per ben tre volte ancora al cinema e perdermi nelle storie della Terra di Mezzo...
 E forse il segreto sta proprio in questo: guardare ai film come a un'ultimo omaggio a Tolkien e al meraviglioso mondo che ha creato, evitando di cercare in ogni minima parte la fedeltà al manoscritto che li ha ispirati.

Guardandoli con questo spirito i film restano dei prodotti cinematografici godibilissimi, non dimentichiamo che alla regia c'è sempre Jackson e che nel film troviamo molti dei personaggi che abbiamo imparato a conoscere nel Signore degli Anelli e ai quali ci siamo affezionati.
L'ultimo capitolo mi è piaciuto moltissimo, ho apprezzato il ritmo della storia, le meravigliose scenografie, le scene della battaglia finale, che ancora una volta dimostrano la bravura del regista nel girarle, e anche molte delle licenze che Jackson si è preso!
L'unica pecca che ho trovato è l'eccessiva velocità in alcuni punti e il fatto che nel finale non siano state inserite alcune scene che mi aspettavo, ma confido nella versione estesa!


Dilungarsi sulla bravura degli attori mi sembra inutile: Martin Freeman per me è Bilbo ormai, la sua interpretazione è stata ineccepibile, così come quella di Richard Armitage come Thorin, che in quest'ultimo film specialmente si distingue dando uno spessore particolare al suo personaggio! Ian McKellen, Cate Blanchett e Hugo Weaving ritornano a impersonare egregiamente i loro personaggi, insieme a Orlando Bloom che torna a rivestire i panni dell'elfo Legolas, scelta da molti criticata, in quanto Legolas non è presente nel romanzo, ma che io invece ho molto apprezzato! L'inserimento di alcune parti che collegano questa trilogia a quella del Signore degli Anelli sono fantastiche, specialmente l'ultima scena che mi ha lasciato con un bel groppo in gola! Scene da togliere il fiato, battaglie epiche e nobili gesta sono solo alcuni degli ingredienti de Lo Hobbit, che si conclude con la voce e le parole di Billy Boyd, il caro Pipino, che con la sua "The last Goodbye" dà l'addio alla Terra di Mezzo...


Potrei stare qui a dilungarmi per ore parlando di tutto quello che mi è piaciuto di questo film, ma non voglio certo annoiarvi, posso solo consigliarvi di guardarlo e di dare anche voi l'ultimo addio alla Terra di Mezzo!

Commenti

  1. Lo devo vedere nei prossimi giorni *-*

    RispondiElimina
  2. Questo e stato magnifico. ed e vero sul fatto che i film e diverso dal libro, pero dobbiamo anche ricordarci che lo hobbit il romanzo e più una storia per bambini e da li Tolkien ha presentato la terra di mezzo. l' ultima scena e stata emozionante

    RispondiElimina

Posta un commento