[Recensione] Lo straordinario mondo di Ava Lavender

Buon pomeriggio piovoso cari Lettori!
Oggi ho ricevuto un pacco che aspettavo da un po',guardate cosa mi sono regalata...



La Stella del Vespro! *_* Non è bellissima? 
L'ho presa su una pagina Facebook carinissima, Pandorica Shop, (e qui parte la pubblicità occulta!) in cui si trovano gadget ispirati a film,libri e serie tv.
Bando alle chiacchiere e torniamo a parlare di libri,con la recensione di un romanzo molto particolare...

Ava Lavender è nata con le ali, ma non può volare. Non può nemmeno vivere come le coetanee, perché sua madre la tiene chiusa in casa, al riparo da occhi indiscreti. Ma ha sedici anni e non si rassegna a essere diversa. In cerca di un perché, scava allora nel passato della sua famiglia, e scopre il destino infausto delle sue antenate: ognuna segnata da una peculiare stranezza, ognuna condannata a un amore infelice. E se fosse proprio l’amore la forza in grado di spezzare quell’antica maledizione? Un amore vero, capace di vedere oltre le apparenze. Per trovarlo, Ava dovrà affrontare il mondo fuori, gli sguardi di chi la crede un mostro o un angelo. Fino alla notte del solstizio d’estate, quando sarà lei a scrivere un nuovo, forse decisivo capitolo nella storia straordinaria della sua famiglia.


Leggere questo romanzo è stato un po' come aprire uno di quei vecchi libri di fiabe, dove si legge di cavalieri,principesse,streghe e giganti, una di quelle storie senza tempo che ti fanno sognare e tornare bambino!
Ava Lavender è nata in una notte tempestosa,ed è nata con le ali. 
Delle magnifiche ali bianche che fanno di lei uno scherzo della natura per alcuni o un miracolo per altri.
Nata in una famiglia di sole donne, se non fosse per Gabe che le ha fatto da padre e per il fratellino Henry che non parla mai tranne quando ha qualcosa di veramente importante da dire, Ava sente quelle ali come un peso,un fardello che le impedisce di vivere una vita normale.
Insieme ad Ava scopriamo la storia della sua famiglia,partendo dalla nonna Emilienne tanto forte quanto fragile, passando alla madre di Ava, Viviane,che non riesce a capire il valore di quello che ha,fino ad arrivare alla giovane Ava,che forse per prima prova a cercare una spiegazione alla sua condizione...Il filo conduttore di tutto è l'amore: quell'amore tanto forte da strapparti il cuore, quell'amore che ti fa piangere e soffrire,quell'amore che ci rende umani...
Parlare di questo libro non è semplice perché non si tratta di una storia semplice o banale,ma di una storia che si spinge oltre al fantastico,andando a toccare argomenti e sentimenti profondi...
Non è la solita storia di una ragazza alla ricerca delle sue origini o che cerca di capire qual'è il suo futuro, questa è la storia di un'intera famiglia e di come l'amore,nel corso del tempo,li ha forgiati in bene e in male!
Lo stile dell'autrice così dolce,poetico e ricco di pathos trasmette tutta la magia di questa storia,che attraversando la vita di quattro generazioni di Lavender,porta a galla tutti i segreti,gli amori e i dolori di una famiglia che è più umana di quel che sembra!
Quel che colpisce è il fatto che,pur avendo toni e passaggi degni di una fiaba,la realtà nuda e cruda alla fine la fa da padrone,facendo del romanzo si una fiaba ma nel modo più realistico possibile!
Quella che la Walton ha scritto è una storia molto originale,originale nella trama,nello stile,nei personaggi e nelle atmosfere; una di quelle storie che ti entrano nel cuore e che si prendono prepotentemente il loro posto! 

Il fatto che l’amore non sia come te lo aspetti non significa che tu non ce l’abbia...

Baci...

Commenti