Dell'autunno, spleen e altri pensieri

L'autunno è il periodo dell'anno in cui il tepore leggero di una coperta e un libro tra le mani sono quel che si dice un'ottima idea. Molti la considerano la stagione dei lettori. Noi aggiungiamo che è anche quella di un buon film o di una bella serie tv. Ma si sa, le pagine profumate di un libro sono il massimo.

Eh sì, perché le giornate si accorciano, la natura si colora dell'oro delle foglie cadute e il desiderio di trovare rifugio nel tepore casalingo sembra essere un richiamo irresistibile. E allora che si fa? Si lancia uno sguardo incantato alla libreria stracolma e si sceglie qualche libro già letto o comprato e lasciato lì in attesa di essere scelto. Si aggiunge una bella tazza di tè caldo e il gioco è fatto. Oppure, ai lettori compulsivi che amano riempire la propria casa di libri (che dovrò sicuramente leggere!) non resta altro da fare se non indossare sciarpa e cappottino e via in libreria. Alla ricerca di un nuovo libro di cui innamorarsi. Ma non è detto che si debba leggere per forza in casa, anche una panchina può diventare il posto giusto. Mentre il mondo cammina, ci si ferma a respirare paesaggi lontani.
È come se improvvisamente il tempo si dilatasse e si avesse più tempo per dedicarsi a se stessi. E il mondo dell'editoria ai adegua, sfornando nuove pubblicazioni. Le vacanze estive sono archiviate, il relax assicurato, ma forse il calore del camino acceso e una storia in cui perdersi [...] è quanto di più vicino al Paradiso.

E noi cosa faremo in questo caldo autunno?

Saremmo pure monotoni e prevedibili, ma per noi l'autunno è la stagione dello spleen e seguendo attitudini e preferenze letterarie sicuramente riprenderemo tra le mani uno tra i nostri romanzi preferiti, Frankenstein di Mary Shelley.
Non so voi cosa ne pensiate, ma è davvero così, ci sono libri per ogni stagione. L'autunno per noi è la stagione di Mary Shelley ed Edgar Allan Poe.  Forse perché è il periodo che più di tutti si tinge proprio di quello spleen baudelairiano che tanto ci piace. Un umore malinconico attraverso il quale diventa terribilmente affascinante lasciarsi trasportare in atmosfere cupe e misteriose. In questo mese poi, subentra anche il richiamo di Halloween. Altra storia, ma simile attrattiva. Insomma, sebbene l'estate resti la nostra stagione preferita, l'autunno è per noi l'estate dell'anima. Tanti libri e tanti personaggi in cui immedesimarsi per l'ennesima volta, ritrovandosi ogni volta in maniera diversa.
Un nuovo inizio. L'autunno è rinascita, un libro altrettanto. È cambiamento. Le pagine di un buon romanzo, altrettanto. 
Naturalmente nom trascuriamo l'idea di compiere diverse sortite in libreria. C'è assolutamente bisogno di un nuovo libro da comprare e leggere. 
E allora, godetevi anche voi questo ancor tiepido autunno; scegliete il vostro libro o perché no, i vostri libri e dedicatevi al personalissimo piacere della lettura. Scegliete un romanzo d'amore, un giallo, un racconto noir, mondi paralleli, orrorifici, ma scegliete qualsiasi cosa catturi la vostra fantasia, il vostro cuore e la vostra anima. Perché l'autunno, non dimenticate, è l'estate dell'anima.


Commenti