[Recensione] Le virgole della vita di Emanuela Bertello

Quattro Fenici
Le Virgole della Vita è un piccolo libricino che mi è arrivato pochi giorni fa. La grandezza non si eguaglia alla quantità e alla qualità, perché questo libro è meraviglioso.

Non è una vera e propria storia ma sono racconti, sminuzzati, storie di vita; la vita che ogni giorno ci circonda e a cui molte volte noi non pensiamo o rimaniamo indifferenti.

Molte volte un libro può farti riflettere, può cambiarti la vita e può renderla migliore, facendoti vivere ogni singolo istante come dovrebbe essere vissuto e non come noi lo viviamo.

La scrittrice ha saputo ben dosare i ritmi e a mio parere è stata molto brava ad esprimere sensazioni che si celano nei cuori dei più indulgenti. Vengono narrati personaggi, che sono nell'ombra e ogni giorno li vediamo ma li escludiamo dalla vita come se quella stessa vita non ci appartenesse.

Tutti siamo esseri liberi, tutti siamo umani . L'Italia di oggi sta diventando sempre più come l'Italia di ieri, povera fino allo stremo e noi ci siamo dentro. Così menziona in uno dei suoi racconti Emanuela, sottolineando il primo articolo della Costituzione Italiana.

Il dolore può attanagliarci così tanto che può farci diventare schiavi e vittime; la perdizione, la violenza e la condanna sono parole che non dovremmo mai scordare.

Il libro è di sole 62 pagine ma di fondamentale importanza, per tutti noi. Ci son parole  argomenti che dovremmo sempre tenere a mente. Lo scritto è ben organizzato, vergato in maniera fluida e di facile lettura. Uno dei racconti ha vinto anche un premio .

Anche se non è un vero è proprio romanzo, io l'ho trovato affascinante a tratti intenso, significativo per quanti di noi amiamo il dolore profondo, le storie stravolte e i dolori estraniati di una vita che nessuno vorrebbe vivere. Emanuela Bertello è davvero un ottima scrittrice e spero in futuro di poter leggere altre parole.  BUONA LETTURA!

Commenti