[Recensione] Il custode del tramonto. Il sole di Alur di Fusco Alessandro

Quattro Fenici e mezzo
Oggi ho una bella recensione per voi. Proprio ieri sera ho concluso il secondo libro della saga Il Sole di Alur. Ricordate che alcuni giorni fa ho inserito la recensione del primo volume La Sesta Regola e aveva ricevuto da parte mia , una recensione positiva, ebbene questo riceverà lo stesso trattamento.

La copertina è molto fantasiosa e richiama a tratti il primo libro. I colori sono tenui e non eccessivi. I disegni al suo interno sempre meravigliosi e disegnati con vera arte.

La storia di questo secondo volume si snoda facilmente, lo scrittore sembra essere cresciuto e si destreggia perfettamente nel mondo che ha creato egli stesso. Devo ammettere, che io molte volte mi son persa fra i nomi ma credo sia pur naturale, perché la saga è abbastanza complicata e intrecciata. 

Dopo il primo volume il giovane Térion sarà nuovamente in pericolo, ma il ragazzo avrà ormai appreso ad affrontare con coraggio ogni prova e questa volta, con l'aiuto del cavaliere Elvigg Frangiscudo e dell'amico Shandor, sarà pronto a partire per un nuovo viaggio alla scoperta della natura della razza umana che, giorno dopo giorno, apparirà sempre più abbandonata a se stessa, lontana dalla parola e dal favore di Hérion.

Al suo fianco come sempre ci sarà il valente mago e il suo gatto che in questo libro comparirà pochissime volte. Il viaggio che lo aspetta sulla nave sarà travagliato, la peste e le uccisioni di poveri dannati saranno per Térion un cammino di vita. 

La figura che mi ha affascinata di più, naturalmente, non poteva che essere la marchesa Nerospino, austera, traditrice e avvelenatrice(adoro i veleni). Ella stessa sarà l'artefice di varie malefatte, ma non voglio svelarvi nulla.

La passione che l'autore mette nel raccontare questa storia fantasy è davvero lodevole, minuziosa e particolare. Ho trovato lo scritto ben strutturato e la scorrevolezza delle righe ben congeniata.

L'avventura e la passione per questo mondo non mancheranno. Suspense, morti inattese e decapitazioni faranno tremare l'anima e il cuore. 

A mio avviso saga davvero promettente come ,credo, vi dissi già nel primo mio pensiero. Ed ora attendiamo il terzo volume...

Commenti