[Recensione] La sesta regola. Il sole di Alur. Vol. 1 di Fusco Alessandro

Quattro Fenici
"Non ti dimenticherò mai, ragazzo delle colline. Anche se non sei figlio di un cavaliere per me sarai sempre il più nobile di tutti."

Non molto tempo fa, ero un appassionata di GDR online e questo libro mi ha catapultato completamente in quel mondo. Non ci crederete mai ma ero una valorosa elfa con elmo, spada e armatura. Proteggevo anch' io un ordine.

Ho adorato fin dal primo momento la copertina del romanzo che mi ha fatta innamorare del gatto parlante, spocchioso e strafottente.TRAPPOLA è il suo nome.

Il Sole di Alur è un fantasy davvero ben scritto, ben gestito e con un grande potenziale. Lo scrittore Alessandro Fusco è stato abile nel descrivere i vari ambienti complessi e alquanto remoti. La penna è leggera e non par aver incertezza.

La storia narra di Tèrion, un ragazzo adottato da una famiglia di mugnai, che al suo tredicesimo compleanno verrà a scoprire cose sul suo passato che gli cambieranno la vita. 

Lotte e potere si riverseranno nella vita di questo adolescente, ancora alle prime armi. Dolce e buono Tèrion avrà di che difendersi. 

Le illustrazioni che a volte compaiono nel libro, sono sublimi e fantasiose. Ti fanno sognare ancor di più, facendoti rivivere le gesta di antichi cavalieri.

Un epoca in cui ognuno ha il suo posto nella società. Mi ha affascinata la Gilda dei Ladri che spero in futuro di conoscere meglio. Il Sole di Alur è il primo di cinque libri che arriveranno a breve. In questi giorni è uscito anche il secondo volume "Il Custode del Tramonto" di questa avvincente saga. Io l'ho già fra le mie mani, con una meravigliosa dedica da parte dell'autore. 

Ma per conoscere la mia opinione e le gesta di Tèrion dovrete attendere ancora alcuni giorni.

Commenti

  1. La mia amica Clara dovrebbe avervi spedito il libro April Rose... sono curiosissima di vedere la vostra recensione... un salutone!

    RispondiElimina

Posta un commento