[Recensione] Quell'attimo di felicità di Federico Moccia

"Ho un disperato bisogno di un sogno. 
Tre Fenici
Perchè senza un sogno non si va da nessuna parte."

Queste frasi ad effetto sono molto sostanziali e vere, per il corpo e l'animo. Sono frasi che ogni giorno pensiamo ma molte volte non abbiamo il coraggio di espletarle, Federico Moccia si insinua nei pensieri e nel corpo e ci rimane impresso nel cuore.

Non avevo mai letto nulla di questo autore, sembra strano eppure è così. Vedevo miriadi di ragazzine impazzire letteralmente per Tre metri sopra il cielo, forse per l'attore, forse per il film o forse per quelle frasi che piacciono tanto a noi. "Anche io ho paura Paolo. Ho paura dei giorni che verranno, di quello che non ho più, di quello che sarà preda dei venti. Levò un po' di gas. Scalò dolcemente.
Per un attimo gli sembrò di sentire la risata di Pollo. Quella risata forte e allegra. Rivide la sua faccia, sentì la sua voce amica.
"

Fatto sta, che ho deciso di leggere uno dei suoi libri. Dopo tanti tomi che ho sfogliato, questo, non l'ho trovato particolarmente bello ma passabile.

La storia narra di Nicco un ragazzo giovane che viene lasciato dalla fidanzata senza un motivo specifico e sarà ossessionato da lei, innamorato e abbandonato. L'amico "stravagante" entrerà in campo e cercherà in tutti i modi di fargli trovare qeull'attimo di felicità.

La trama è carina, il libro scorre bene ma a me purtroppo non ha attirato più di tanto, mi ha lasciata interdetta o forse stupita. Non è propriamente ciò che mi aspettavo ma alla fine è una storia di giovani amori e interessanti prospettive, in un mondo che siamo abituati a vedere, ormai, fin troppe volte.

Lo scrittore centra bene l'andazzo della gioventù moderna e ne sottolinea i particolari, rendendo i personaggi giovani, gioviali, forti e decisi allo stesso tempo. Non si dilunga ma descrive in maniera compatta e precisa i vari problemi che affliggono le nostre menti: il dolore per la perdita, l'amore abbandonato e la violenza dello spirito. 

E per voi qual'è il vostro attimo di felicità?! Un respiro, una sensazione, un batter di cuore o semplicemente un soffio di vento.... Quale sia l'attimo che vi rende felici prendentelo al volo perchè esso non tornerà più.

Commenti

  1. Io già da ragazzina lo reggevo a fatica. Poi la mia intelligenza mi ha imposto di smetterla lol

    RispondiElimina

Posta un commento