[Recensione] Scritto nel vento di Beatriz Williams

Buona Giornata carissimi Lettori!
Oggi voglio parlarvi di un romanzo che mi ha attirato fin da subito e che non ha affatto deluso le mie aspettative...

New York, 1931. Era sempre stata convinta che fra loro non ci fossero segreti. Ma ora Budgie deve ricredersi: Lily , la sua migliore amica, la sua confidente, il modello che lei ha sempre ammirato e seguito , le ha tenuto nascosto di avere una relazione con Nick Greenwald. Una relazione «impossibile», perché Nick è il rampollo di una famiglia di origini ebraiche e i genitori di Lily non approverebbero mai la loro unione. Eppure i due giovani sono disposti a rinunciare a tutto , anche all'amicizia , pur di realizzare il loro sogno d’amore…
Rhode Island, 1938. Doveva essere un momento di gioia; invece è col cuore colmo di tristezza che Lily varca la soglia della sua villa di Seaview. E il motivo è che, nella casa accanto, si sono appena stabiliti Nick e Budgie Greenwald, di ritorno dalla luna di miele. Sono sette anni che Lily non vede né lui né la sua ex migliore amica, sette anni in cui ha cercato di dimenticare il tradimento, la delusione, il dolore. Adesso però Lily non ha scelta: deve affrontare la persona che, in un istante, le ha distrutto la vita. E, mentre la comunità di Seaview si prepara ad affrontare l’arrivo di un uragano, tra pettegolezzi malevoli, colpe inconfessabili e rivelazioni sconcertanti, Lily scoprirà che quello tra Nick e Budgie non è affatto un matrimonio felice. Perché le ragioni che hanno spinto Nick a sposarsi sono ben diverse da quelle che lei aveva immaginato. Riusciranno Lily, Budgie e Nick a resistere alla furia del vento e della verità?

Scritto nel vento è un romanzo ambientato tra il 1931 e il 1938, che racconta la storia di Lily e Nick...
Lily è una giovane donna che vive a New York,una ragazza semplice, ingenua e senza grilli per la testa; il contrario della sua amica, Budgie,dalla personalità incontenibile...

Un giorno Lily incontra Nick Greenwald e tra di loro è amore a prima vista. Ma Nick è l'erede di una ricca famiglia ebrea e, in un periodo in cui gli ebrei non erano visti di buon occhio, per i due ragazzi sarà quasi impossibile portare avanti la loro relazione, in quanto la famiglia di Lily non approverebbe mai il loro matrimonio.
Così Lily e Nick sono praticamente costretti ad allontanarsi l'uno dall'altra...

7 anni dopo, nel 1938, mentre Lily è in vacanza con la famiglia a Seaview, tutti vengono sconvolti dall'annuncio che presto arriveranno nella località balneare Nick Greenwald e sua moglie Budgie, ormai ex migliore amica di Lily...
A Lily sembra tutto un brutto sogno, in quanto ancora innamorata di Nick non riesce a capire come lui abbia potuto sposare Budgie...

Ma non tutto è come sembra e quello che appare un matrimonio felice nasconde ben altro e Lily scoprirà che tutto quello a cui aveva creduto fino a quel momento, tutto quello su cui si fondava la sua vita era solo una farsa...

Scritto nel vento è diviso in due parti, passato e presente, rispettivamente ambientati nel 1931 e nel 1938 e la narrazione si divide tra i due periodi dedicandogli un capitolo ciascuno.
Ho apprezzato questa scelta perchè in questo modo, mentre si segue lo sviluppo della storia presente contemporaneamente conosciamo anche quello che è avvenuto nel passato, come la storia dei due protagonisti ha avuto inizio e le due parti si incastrano alla perfezione rendendo il romanzo completo.

Mi sono piaciuti molto i due protagonisti e la loro storia, l'autrice con il suo stile ricercato e dolce è riuscita a rendere al meglio le emozioni e i sentimenti di cui il romanzo è intriso!
Inoltre tutto lo scritto ha un certo sapore vintage che io ho amato moltissimo, mi è sembrato quasi di ritornare a quell'epoca!

La trama è ben strutturata e anche molto intricata, infatti il romanzo è pieno di colpi di scena inaspettati e interessanti che danno alla storia una marcia in più!
Le descrizioni dei luoghi, degli ambienti e poi della tragedia dell'inaspettato uragano che si abbatté sul New England nel Settembre del 1938 sono ben fatte, ricche di particolari e accurate dal punto di vista storico.
In conclusione posso affermare che "Scritto nel vento" è stato una lettura intensa ed emozionante che sono sicura coinvolgerà tutti coloro che la leggeranno!

Ah, amore mio, restiamo fedeli l’uno all’altra! 
Perché il mondo, che pare stendersi dinanzi a noi come una terra di sogni, così vario, così splendido, così nuovo, non possiede in realtà, né gioia, né amore, né luce, né certezza, né pace, né sollievo nel dolore; 
E siamo qui, come in una piana che s’oscura sbattuti tra confusi e allarmi di lotte e fughe, dove eserciti ignoranti si scontrano di notte”.

Baci...

Commenti

  1. però! già finito???? che velocità :-) bella recensione: breve e concisa

    RispondiElimina
  2. Mi piace questo libro e la tua recensione. Sicuramente lo comprerò.

    Saluti dalla Spagna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ginger,tanti saluti anche a te! :)

      Elimina

Posta un commento