[Recensioni] Ballata di assoli di Laura De Angelis

Tre e mezzo Typewriter
Ballata di Assoli è un piccolo libricino con dialettica ben strutturata, con significato profondo e intenso.

Son delle piccole storie collegate che vanno a intensificarsi in un una sola e unica storia finale, più lunga delle altre, più intensa, variegata di significati e impressa di tanti disegni, meravigliosi.

Il silenzio di uomini e donne che sfocia in qualcosa di nascosto nell'animo. Ballata di assoli, nelle sue due parti “Amori” e “Voci”, raccoglie atomi di un’umanità indistinta, che si sfiora senza toccarsi. Mondi separati da abissi di sentire. Piccolo frammento che accenna storie chiuse in una claustrofobica brevità. Ansimate da pura realtà, le storie si susseguono per poi spegnersi in un unico grande grido. Il grido di "qualcuno" che a gran voce seppur in silenzio grida la sua libertà e la libertà di tanti.

Sentito e vivo questo romanzo ripercorre la vita di ognuno di noi, di qualsiasi essere umano che possa avere nel cuore un patema. Veloci, scorrono le pagine lungo una rotaia che sembra infinita ma alla fin fine, un fondo di verità c'è sempre. BUONA LETTURA!

Commenti