[Recensione] Un amore al mirtillo di Mary Simses

Buongiorno miei cari lettori. Come state?
Io piena di dolori vari. Oggi la recensione di un libro davvero molto carino.
Una scrittrice straniera Mary Simses.
Un amore al mirtillo è stato un libro che mi ha attirato fin da subito, vuoi per la copertina, vuoi per la splendida immagine del barattolo con mirtilli che vi è sopra, ha spinto la mia golosità intellettuale a prenderlo; ed  è proprio questo frutto, il filo conduttore del romanzo. 

Andiamo a ritroso nel tempo, una storia nella storia. Una nonna e una nipote alla ricerca della verità , di una vita vissuta intensamente e di un segreto nascosto che la riporterà indietro nel tempo. Un romanzo davvero molto dolce, proprio come un Muffin al Mirtillo. Una nota di sapore agrodolce e stuzzicante che resterà come essenza delicata nella vostra mente.

Le note che scorrono veloci lungo le parole, sono fragili, romantiche e suggestive. La lettera che Ruth la nonna lascia alla nipote Ellen è davvero stimolante e la porta a vivere una storia simile alla sua, una storia che forse ella non ha vissuto pienamente, a qualcosa che ha lasciato in sospeso e lei dovrà concludere. Un amore strappato al ventre delle sensazioni e rinato anni dopo, sotto forma di nuove essenze e sensazioni.
La vita a Beacon, il paese ove si ritroverà la protagonista è tranquillo, caldo e accogliente. Completamente differente da New York. Diversi i ritmi, i lavori e la vita. Si ritroverà in un ambiente nuovo, che la lascerà scossa e confusa. La gente l'amerà come se fosse una figlia ritornata e la confonderà ancor di più, facendole amare quel piccolo borgo, impregnato di vecchie intenzioni a ridosso del mare. La salsedine quasi palpabile nelle pagine scorre lenta e pare entrarti nelle narici e assopirti .

La gioia che si snoda e l'amore che nasce piano piano con il nipote dell'uomo a cui è destinata la lettera è davvero adorabile e plasmato da una sorta di sensualità.
La palpabile sensazione di benessere e di ricerca. L'angolazione diversa di vedere le cose, non soltanto da un punto di vista frontale ma dalle mille sfumature  che si possono catturare nella vita, nella persona e in qualsiasi essere vivente ci sia intorno. La bellezza delle cose semplici e la straordinaria sensazione di sentirsi libera e non oppressa da costrizioni. Così come la protagonista è schiacciata dal senso di responsabilità, del lavoro e dalla routine che la circonda. Molto stimolante a livello verbale e amabile . Un romanzo scritto in maniera scorrevole. Scivolano le pagine, leggere come fogli di gelatina . Il sapore delle cose viene man mano a galla.
 

Commenti