[Uscite del Giorno] La ragazza con gli occhiali di legno - Alzheimer non ci avrai - Sei Donna? Dialogo(semiserio)sulle donne della TV

Edizioni Anordest
Casa editrice: Edizioni Anordest
Collana: Casi Controcorrente
Pagine: 240 Prezzo: 12.90 €
Pubblicazione: 30 Ottobre 2014
“Sono allergica anche all’aria che respiro. Vivevo segregata in casa. Ora sono rinata. Grazie alle mie battaglie”. Sara
Allergica a tutto, ma nessuno sapeva dirle il perché. Sara Capatti racconta in questo libro gli anni di sofferenza e il peregrinare da un medico all’altro senza trovare una risposta ai dolori e ai malesseri che le stavano distruggendo la vita.
“C’è un mostro in me – racconta – ne conosco la forza, ma non il volto”. Fino a quando, solo per caso, sente parlare di M.C.S., ossia Sensibilità Chimica Multipla. Da allora si batte per difendere la conoscenza di questa patologia in modo da evitare che altri malati rischino la vita perché non curati nel modo giusto.
 
Con “La Ragazza con gli Occhiali di Legno” Sara Capatti, coadiuvata da Patrizia Piolatto, mostra cosa significhi lottare per superare le difficoltà, battagliando, con altrettanta forza, per portare alla luce del sole i problemi legati a una malattia rarissima ma temibile.Un modo speciale per cercare di aiutare altre persone a non perdere la speranza di poter respirare un’aria nuova.
Casa editrice: Edizioni Anordest
Collana: Saggi Controcorrente
Pagine: 180 Prezzo: 10.90 €
Pubblicazione: 30 Ottobre 2014
L’organo del corpo umano che invecchia più tardi di tutti gli altri è l’encefalo. Però, quando l’encefalo stesso invecchia male, arriva una brutta malattia: l’Alzheimer, ladra di cervelli. Nelle società occidentali benestanti la durata della vita si è molto allungata e la ladra di cervelli arriva molto frequentemente a rubare a milioni di persone emozioni, ricordi, pensieri, affetti e persino quella entità spirituale che viene chiamata “Anima”. Nel testo si mescolano divulgazione scientifica, qualche metafora, provocazioni umoristiche e riflessioni rassegnate ma non disperate, su come gli anziani, avendo molto meno da perdere, dovrebbero gradualmente abbassare la guardia, essere più avventurosi e vivere il loro presente nel modo migliore e più allegro possibile. Con un’ultima soddisfazione: di far trovare alla ladra di cervelli (se dovesse arrivare) la cassaforte vuota. Con “Alzheimer non ci avrai”, Scoppetta si avventura con successo in un territorio a lui estremamente congeniale: quello dello studio di una malattia debilitante, condito con l’esperienza e i saggi consigli, spesso ironici e sdrammatizzanti, di un luminare del settore neuropsichiatrico.

CIRIACO SCOPPETTA (1948) è nato e sempre vissuto a Roma con l’eccezione di alcuni soggiorni di studio e lavoro negli Stati Uniti. È medico e studioso di Neuroscienze e ha pubblicato un centinaio di articoli scientifici su riviste italiane e internazionali di Medicina e Neurologia. Ha lavorato come professore associato e primario nell’Università La Sapienza e come Primario neurologo nell’Ospedale San Camillo. Negli anni Ottanta ha partecipato a uno studio internazionale che è stato la tappa iniziale per scoperte fondamentali sulla genetica della Demenza di Alzheimer. Nel 2006 ha pubblicato il romanzo “Uffa. Io un bambino lo voglio proprio” e nel 2014 un testo monografico medico: La Miastenia – la malattia che si nasconde”.
Casa editrice: Edizioni Anordest
Collana: Dialoghi Controcorrente
Pagine: 170 Prezzo: 10.90 €
Data Pubblicazione:  30 Ottobre 2014
 Nel dialogo tra Mauro Coruzzi (in arte Platinette) e Simone Gerace si parla di televisione, o meglio, delle conduttrici televisive e, in generale, del ruolo della donna in TV rispetto ai colleghi uomini.Un excursus che parte da Enza Sampò (curatrice della prefazione), la prima donna della televisione italiana a non essere identificata come annunciatrice o valletta, per arrivare fino a Silvia Toffanin, regina del sabato pomeriggio del piccolo schermo e detentrice di un certo modo garbato di fare show.Attraverso le tante figure femminili che hanno occupato e invaso i palinsesti televisivi dagli anni Cinquanta ad oggi, vengono svelati anche determinati meccanismi, aneddoti e curiosità legati al piccolo schermo, che cambia costantemente come cambiano i tempi e le mode.
Con SEI DONNA? Platinette, ben spalleggiata da Gerace, delinea una panoramica storica e divertente su mezzo secolo e più di televisione italica in rosa, non tralasciando mai quella vena ironica e sarcastica che le ha regalato la notorietà televisiva e radiofonica negli ultimi anni.


MAURIZIO, detto Mauro, CORUZZI, nasce nel 1955 a Parma e nel 1974 crea il suo alter ego Platinette.Si divide da sempre tra tv, radio e carta stampata. Ha recitato a teatro e in quattro pellicole per il cinema, ha inciso due dischi e ha pubblicato due libri: “Finocchie” (2002) e “Tutto di Me” (2005).Attualmente trasmette dalle frequenze di Radio Deejay il Platinight.

SIMONE GERACE è nato a Milano nel 1974. Autore televisivo dal 1996 annovera tra i suoi programmi Il Brutto Anatroccolo (Italia 1 – 2000), Matricole (Italia 1 – 2001) e Verissimo (Canale 5 – dal 2010 ad oggi). Nel 2013 è co-fondatore del collettivo culturale NOMADIdiPAROLE, per far vivere i libri ancor prima di leggerli.

Commenti