[Recensione] Il libro delle verità nascoste di Amy Gail Hansen

Buon Pomeriggio cari Lettori!
Sono sparita, di nuovo,perdonatemi!
Comunque, oggi voglio parlarvi di un libro che mi ha piacevolmente sorpreso...


Ruby vuole solo dimenticare. Vuole solo cancellare l’ultimo anno al Tarble College e nascondere nel profondo quel segreto che non ha confessato a nessuno. Eppure, quando crede che il peggio sia alle spalle si ritrova tra le mani il libro da cui tutto è cominciato. Il libro che custodisce le ombre del suo passato. È all’interno di una valigia: il bagaglio di Beth, una compagna di college che da pochi giorni è scomparsa. Ruby non poteva immaginare che “Una stanza tutta per sé” di Virginia Woolf riuscisse ancora a toccare le note più recondite della sua anima. A riportarla faccia a faccia con le sue paure. Ma lei è l’unica a conoscere il suo fascino oscuro. Tra quelle pagine ha visto crescere un’ossessione per le scrittrici suicide, donne fragili che si sono abbandonate al gesto più estremo. Un’ossessione che giorno dopo giorno l’ha avvicinata sempre più a Mark, il suo professore di letteratura. Eppure Ruby non può lasciare che quest’incubo si impadronisca di nuovo di lei, proprio ora che Beth è sparita. Deve cercarla. La ragazza sa che c’è solo un luogo che racchiude tutte le risposte. L’ultimo posto in cui vorrebbe tornare: Tarble, la sua università. Lì dove ha imparato che ciò che conta è essere i migliori, a qualunque prezzo. Lì dove misteriosi tentativi di suicidio le parlano di un destino a cui è difficile sfuggire. Lì dove, nel silenzio degli antichi e bui corridoi, ogni traccia riconduce a quel libro su cui c’è ancora molto da svelare. Perché dietro un animo fragile può celarsi un grande coraggio…


"Il libro delle verità nascoste" è uno di quei romanzi che non ti aspetti, ma che lentamente ti conducono nel cuore della storia, dalla quale difficilmente riuscirete ad allontanarvi fin quando non conoscerete l'inaspettata verità...
Ruby è una giovane donna dal carattere particolare, che per mantenersi scrive necrologi per il giornale locale; traumatizzata da eventi che l'hanno sconvolta durante il suo ultimo anno al Tarble College, una prestigiosa università per sole signorine, cerca a tutti i costi di dimenticare, dimenticare gli sbagli e gli eventi che le hanno impedito di laurearsi e che l'hanno costretta a scappare lontano da quel posto.
Un giorno il Tarble torna a bussare alla sua porta, con le sembianze di una valigia, la valigia di Beth, sua ex compagna di corso, sparita da alcune settimane.
All'interno della valigia, quasi come una persecuzione, "Una stanza tutta per sè", il libro che ha segnato il suo percorso, il romanzo divenuto un'ossessione pericolosa.
Mettendo da parte la paura e il timore, Ruby torna a Tarble per cercare Beth, non sapendo che è finita tra le reti di un gioco che potrebbe riportare a galla vecchie e dolorose memorie...

Questo romanzo è un crescendo, man mano che si procede nella lettura diventa sempre più avvincente ed è difficile smettere di leggere!
La storia narrata potrebbe sembrare banale, ma in realtà la trama è un bel mix di narrativa, giallo e thriller psicologico, che cattura completamente il lettore e rende la lettura molto intrigante.
Mi è piaciuta molto la protagonista, Ruby, che con le sue paure, i suoi timori, il senso di colpa che la attanaglia, riesce però a subire un'evoluzione interessante nel corso del romanzo; è un personaggio delicato, fragile all'apparenza, che nasconde invece una grande forza, di cui neanche lei è a conoscenza.
L'ambientazione all'interno del college è molto bella e i vari spunti letterari sono estremamente interessanti, specialmente quelli dedicati alla Woolf, che insieme al suo libro e ad altre scrittrici dell'epoca diventa quasi una seconda protagonista!
La parte mistery della trama è stata ben inserita all'interno del contesto generale e, sopratutto verso la fine del romanzo, assume sempre più importanza fino ad arrivare ad un finale ben scritto e inaspettato!
In conclusione "Il libro delle verità nascoste" è un romanzo che vi consiglio di leggere,insieme al libro che è un po' la colonna portante di tutto il romanzo: "Una stanza tutta per sè", un saggio ricco di spunti riflessivi che sono sicura apprezzerete!

Dicono che il tempo cura tutte le ferite,ma io la penso diversamente. Sembra soltanto che renda le cicatrici più profonde...

Baci...

Commenti

  1. L'ho finito da poco e l'ho adorato. E' stata una piacevolissima scoperta^^

    RispondiElimina

Posta un commento