Letture dal Passato: Amleto

Buona Domenica!
Eccoci arrivati all'appuntamento finale con la Rubrica Letture dal Passato! Questa settimana ci siamo dedicati ad Amleto di William Shakespeare...






William Shakespeare nacque a Stratford-upon-Avon il 26 Aprile 1564.  
E' stato un drammaturgo e poeta inglese, considerato il più importante scrittore in lingua inglese e generalmente ritenuto il più eminente drammaturgo della cultura occidentale
Spesso considerato il poeta più rappresentativo del popolo inglese e soprannominato il "Bardo dell'Avon", delle sue opere ci sono pervenuti, incluse alcune collaborazioni, 37 testi teatrali, 154 sonetti e una serie di altri poemi
Le sue rappresentazioni sono state tradotte in tutte le maggiori lingue del mondo e sono state inscenate più spesso di qualsiasi altra opera; inoltre è lo scrittore maggiormente citato nella storia della letteratura inglese e molte delle sue espressioni linguistiche sono entrate nell'inglese quotidiano.
I lavori di Shakespeare hanno avuto una profonda influenza sul teatro e sulla letteratura successiva. 

Morì a Stratford-upon-Avon il 23 Aprile 1616.




Amleto (The Tragical History of Hamlet, Prince of Denmark) è una delle tragedie shakespeariane più conosciute e citate. Fu scritta probabilmente tra il 1600 e l'estate del 1602. È tra le opere più frequentemente rappresentate in quasi ogni paese occidentale, ed è considerata un testo cruciale per attori maturi. 
Il soliloquio di Amleto "essere o non essere" (Atto III, scena I), il passaggio più famoso del dramma, vanta un'immensa gamma di interpretazioni sui palcoscenici di tutto il mondo, anche se spesso questo soliloquio viene erroneamente citato accanto all'immagine di Amleto che tiene in mano un teschio: in realtà la scena del teschio è nella parte finale del dramma (Atto V, Scena I) e non ha niente a che vedere con "Essere o non essere" che si trova nella parte centrale (Atto III, Scena I).
Amleto è una delle opere drammaturgiche più conosciute al mondo, ed è stata tradotta in quasi tutte le lingue. Come altre opere di Shakespeare, anche di Amleto sono state fatte numerose trasposizioni, sia cinematografiche che teatrali.
Il più apprezzato interprete dell'Amleto al cinema del secondo dopoguerra, fu Laurence Olivier, che si cimentò con Amleto nel 1948.



Citazioni

"To be. or not to be, that is the question: Wether 'tis nobler in the mind to suffer. The slings and arrows of outrageous fortune, or to take arms against a sea of troubles, and, by opposing, end them."

"Essere o non essere, questo è il dilemma: se sia più nobile nella mente soffrire i colpi di fionda e i dardi dell'oltraggiosa fortuna o prendere le armi contro un mare di affanni e, contrastandoli, porre loro fine."

"Dubita che le stelle siano fuoco, dubita che il sole si muova, dubita che la verità sia mentitrice, ma non dubitare mai del mio amore."


"Sappiamo ciò che siamo, ma non sappiamo ciò che potremmo essere."

"Niente è buono o cattivo se non è tale nel nostro pensiero."


La settimana prossima ci occuperemo di...


Baci...
Ilaria




Commenti

  1. Amo Shakespeare!! :) E Amleto è una della mie tragedie preferite! :)

    RispondiElimina
  2. Aspetto con ansia Cime Tempestose, uno dei più bei romanzi di sempre a mio parere.

    RispondiElimina

Posta un commento