[Intervista #12] Coffee Time with Laura Florand

Buona Giornata, abbiamo il piacere di ospitare nel nostro blog una grande autrice che oggi è partita per l'Italia. Voi andrete ad incontrarla? Noi l'abbiamo intervistata per Voi. Ci siamo divertite da morire. Abbiamo l'onore di avere con noi Laura Florand scrittrice inglese che sa parlare "divinamente" l'italiano e il francese avendo un marito "Parisienne"! E' stata favolosa e cordiale, come non mai e io ero emozionata come una bambina !! Da poco per la leggereditore è uscito il suo libro "Ladra di Cioccolato" spumeggiante, dolce e sensuale...presto anche la nostra recensione. Volevo ringraziare la Fenice Ilaria che ci ha tradotto velocemente e gentilmente l'intervista in italiano. Grazie. Ma bando alle ciance eccola qui!!


F.B. Buon Giorno Laura. Benvenuta nel BLOG “La Fenice” Vogliamo offrirti una Tazza di Tè e farti qualche domanda per conoscerti meglio. Iniziamo. Parlaci un po’ di Te e descrivi te stessa in 3 pregi e difetti.
L.F. Parlare dei miei difetti è semplice! :) Non sono molto paziente e tendo ad enfatizzare troppo le cose. Per quanto riguarda le qualità, non so... Mi piace passare tanto tempo immersa nelle storie, e la miglior giornata per me è una giornata in cui ho del tempo per vedere gli amici, per rilassarmi al parco con mia figlia per un intero,pigro pomeriggio, o se fa freddo, rilassarmi sul divano con un bel libro da leggere insieme a mia figlia e una tazza di cioccolata bollente per entrambe. Sono delle qualità queste? Credo che mi piacerebbe molto essere una persona pigra, ma in qualche modo finisco sempre per lavorare troppo duramente. Ed è tutta colpa mia! Non so come succeda!" 


F.B. Raccontaci “una” tua giornata da scrittrice…
L.F. Di solito mi sveglio molto presto, intorno alle 4 o alle 5 di mattina, e scrivo prima che mia figlia si svegli e debba aiutarla a prepararsi per la scuola. Poi passo all’insegnamento – Insegno alla Duke University. In questo momento sto insegnando in un programma ridotto,in modo da avere più tempo per scrivere,così posso passare parte della giornata scrivendo. Ma quando insegnavo in un programma didattico completo, l’anno scorso, dovevo aspettare che mia figlia andasse a letto per poi scrivere di sera ,dalle nove fino alle undici più o meno...quando ormai avevo troppo sonno per pensare! Una delle cose più inaspettate riguardo alla pubblicazione di libri è quanto del tempo che uso per scrivere, viene utilizzato per altre cose, come fare modifiche o rispondere alle mail. Questo è qualcosa che devo ancora imparare a gestire.
 

F.B. Dove ti piace scrivere di solito, c’è un posto particolare?
L.F. Posso scrivere ovunque, portando un iPad o un notebook , ma spesso scrivo a casa alla mia scrivania.
 

F.B. E’ il tuo primo libro? Come è nato e quanto tempo ci hai messo?
L.F. No è il secondo! Il primo era un libro di memorie, Blame it on Paris. Non sono sicura di quanto tempo ha richiesto Ladra di Cioccolato. In questo momento sto scrivendo più di due libri all’anno, ma credo che Ladra di Cioccolato abbia richiesto più di sei mesi. Forse sto sviluppando un metodo di scrittura più veloce. Ma alcuni libri arrivano più velocemente, mentre con altri devi combattere di più.
 

F.B. Oltre alla scrittura, hai altre passioni?"
L.F. Il cioccolato! Davvero! Amo la mia ricerca. Sono assolutamente affascinata dal cioccolato artigianale e dalle persone che lo fanno. Inoltre, amo assaggiare cibi di tutti i tipi e viaggiare.
 

F.B. Abbiamo letto "Ladra di Cioccolato" e ci è piaciuto tantissimo. Come mai hai scelto come tema il cioccolato? Da cosa hai tratto ispirazione per il libro ?
L.F. Beh…le persone dicono sempre di scrivere ciò che si ama. Così l’ho fatto! Credo che la prima idea per questo libro sia arrivata da un’ispirazione improvvisa, probabilmente stavo scherzando riguardo a qualcuno che era il ladro del mio cioccolato e la frase Ladra di cioccolato,sembrava potesse diventare una buona storia. E poi, quando ho iniziato a fare ricerche sui cioccolatieri di Parigi -la passione che ci vuole in questa carriera, la sensualità di questo mondo...doveva essere in un libro.
 

F.B. Come nascono i tuoi personaggi? Ti ispiri alla realtà o lavori più di fantasia?
L.F. Crescono mentre li scrivo. Non sono ispirati alla realtà; li creo io. Ma credo che l’esperienza di vita e la fantasia devono fondersi in qualche modo, in profondità dove nascono le storie.
 

F.B. Quale dei personaggi hai amato di più in Ladra di Cioccolato? E perchè hai scelto Parigi?
L.F. Oh li amo tutti! I miei preferiti sono di solito i libri in cui i lettori possono essere se stessi...Per esempio, in questo momento il terzo libro di questa serie è finito ma non è ancora passato attraverso le modifiche, in modo che arrivi ad essere “il mio bambino”. Una volta che le modifiche sono completate, devo lasciarlo andare e dedicarmi al prossimo libro. In ladra di cioccolato amo Cade Corey perché è forte e vulnerabile allo stesso tempo e amo Sylvain perché è sia estremamente arrogante, come dovrebbe essere, visto quello che può fare, e anche vulnerabile. E assolutamente sensuale e passionale. Oh e mi piace il nonno di Cade! Per quanto riguarda Parigi, ho conosciuto mio marito a Parigi. (è lui stesso parigino) Ho vissuto lì e passiamo a Parigi parte di ogni estate. E’ una città romantica di per sé, un simbolo internazionale da raggiungere per realizzare i propri sogni, per il romanticismo e per l’avventura. Ed è una città difficile, piena di sfide, realtà e incontri da sogno. Non so come si possa vivere a Parigi e non scriverne!
 


F.B. Stai scrivendo qualcosa in questo momento? Hai piani per il futuro?
L.F. Si scrivo sempre qualcosa! Sto lavorando su un romanzo che introdurrà una nuova trilogia, ambientata in Provenza. (Allo stesso modo in cui la serie “Chocolate” era introdotta da un racconto, “All’s fair in Love and Chocolate” in KISS THE BRIDE, ma sfortunatamente non è stato tradotto in italiano) Ma prima che venga fuori, ci sono altri tre libri della serie Chocolate, che ho già finito di scrivere, ma che saranno pubblicati negli Stati uniti nel 2013. E sono lieta di poter annunciare, è stato confermato la scorsa settimana, che il secondo libro della serie Chocolate, THE CHOCOLATE KISS, sarà pubblicato in Italia,sempre dalla Fanucci! Non sono ancora sicura della data di uscita o di quale sarà il titolo italiano.

F.B. Oh che bella notizia, l'attendiamo con ANSIA. Grazie d’essere stata con noi, sei davvero gentile e disponibile. Ti auguriamo un "forte" successo e un grande in BOCCA AL LUPO per l'uscita del tuo libro. :)
L.F. Grazie per avermi invitata. Non vedo l’ora di essere in Tour e di avere la possibilità di incontrare i lettori italiani, ed è stato un piacere prendere una tazza di tè con te. Inoltre volevo dirvi che so leggere in italiano,quindi chiunque fosse interessato, è pregato di sentirsi a proprio agio nell’inviarmi una mail o partecipare al mio blog oppure leggermi su Facebook. Posso rispondere in inglese o in italiano con un sacco di errori, ma capirò quello che scriverete, quindi spero che vi sentirete a vostro agio. E’ sempre un piacere per me parlare con i lettori! Ancora grazie per avermi invitato.


Cade Corey è la figlia del principale produttore di barrette di cioccolato americano; Sylvain Marquis è il più raffinato chocolatier di Parigi. Lei vorrebbe mettersi in affari con lui, ma lui non intende svendere la sua arte a un colosso industriale. Lei però è disposta a tutto pur di creare un nuovo prodotto dal sapore inconfondibile e raffinato, in grado di accrescere la fama del suo già popolarissimo marchio, persino a rubare le ricette dell’ostinato e affascinante chocolatier. Presto la notizia che una ladra di cioccolato si aggira per le strade di Parigi rimbalza di giornale in giornale, fino al New York Times, portando così nuovi clienti al negozio, ma mettendo in serio pericolo la reputazione della donna. Tuttavia, in guerra e in amore non ci sono regole, e nonostante tutto l’attrazione fra i due non si farà attendere. Complice l’inebriante sensualità del cioccolato...Un romanzo divertente e sensuale, che vi trascinerà nel mondo affascinante e irresistibile del cioccolato, conquistandovi con i sapori e i colori di uno degli ingredienti che rendono il mondo un luogo migliore... Nessuna donna potrà resistere al cioccolato e a Sylvain Marquis

Commenti

Posta un commento