[Rubrica "Books in the World"] Review: A Court of Thorns and Roses di Sarah J. Maas


Buon pomeriggio cari Lettori! Oggi nuovo appuntamento con Books in the World, ma invece delle solite uscite mensili in lingua, oggi parliamo del primo romanzo della serie "A Court of Thorns and Roses" di Sarah J. Maas...

A Court of Thorns and Roses è il romanzo che apre la nuova serie della Maas, già autrice de Il Trono di Ghiaccio, che torna con una storia che va a rielaborare in chiave fantasy la favola de La Bella e la Bestia.

Quando la cacciatrice diciannovenne Feyre uccide un lupo nei boschi, una creatura dalle sembianze di lupo si presenta per chiedere un tributo. Trascinata in una terra magica e insidiosa che conosce solo tramite le leggende, Feyre scopre che il suo carceriere non è un animale, ma Tamlin, uno dei letali immortali Fae che una volta governavano il suo mondo. Durante il soggiorno nella sua tenuta, i sentimenti per Tamlin si trasformano da fredda ostilità in una forte passione che brucia qualsiasi bugia o avvertimento le siano stati dati riguardo il bellissimo, pericoloso mondo dei Fae. Ma un antica, malvagia ombra avanza sulle terre dei Fae, e Feyre deve trovare un modo per fermarla, oppure condannare Tamlin e il suo mondo,per sempre. 

Ero davvero molto curiosa di iniziare la nuova serie della Maas. La serie de "Il trono di ghiaccio" resta una delle mie preferite dell'ultimo periodo, tanto che non sono riuscita ad aspettare l'uscita italiana dei romanzi e ho letto la serie direttamente in lingua originale. 
A Court of thorns and roses è una rielaborazione di una delle favole più famose di sempre, nella serie ogni romanzo va a rielaborare una favola o un mito famosi. Pur essendomi piaciuto, devo ammettere che il libro non mi ha conquistata completamente com'era accaduto con Il trono di ghiaccio.

Risultati immagini per a court of thorns and roses
La storia, prendendo spunto da La bella e la bestia, ci catapulta in un mondo in cui essere umani e Fae vivono separati da una barriera magica. Feyre è una giovane donna, una cacciatrice che provvede alla sua famiglia fin da ragazzina, da quando il padre ha perso tutto. Un giorno mentre sta cacciando, Feyre uccide uno strano lupo. Giorni dopo una creatura che sembra venir fuori dalle leggende che le hanno sempre narrato,viene a reclamarla come tributo per aver ucciso il lupo che era in realtà un Fae. Portata nella terra dei Fae, Feyre si trova prigioniera di Tamlin, uno dei Lord dei Fae. Lontana da casa, Feyre imparerà ben presto a conoscere quel mondo sconosciuto e quelle creature che sono più umane di quel che crede. 

Il romanzo scorre bene, la Mass ha uno stile ricco ma scorrevole e che personalmente mi piace molto. Per quanto riguarda il livello di inglese, diciamo che non è dei più semplici, ma se con l'inglese ve la cavate bene, potete tranquillamente provare a leggerlo. La trama è sviluppata abbastanza bene, le basi della storia mi sono piaciute molto così come tutto il background della storia. Il mondo dei Fae è descritto perfettamente ed è ricco di particolari. 

Per quanto riguarda i personaggi mi trovo un po' in difficoltà. Feyre all'inizio non mi diceva molto, la trovavo troppo fredda, quasi glaciale. Man mano però ho imparato ad apprezzarla, specialmente dopo la prima metà del romanzo. Tamlin invece non mi piace per niente, lo trovo un personaggio troppo banale e per niente originale, sinceramente neanche il rapporto che instaura con Feyre mi ha conquistata più di tanto. Poi c'è Rhysand, un altro lord dei Fae, personaggio molto enigmatico ed intrigante. Sto già leggendo il secondo libro della serie e avevo ragione su di lui, nasconde molto più di quel che sembra a prima vista.

Purtroppo credo che la maggior pecca di questo romanzo sia il fatto che, pur essendo una storia molto diversa, qualcosa mi ha ricordato troppo Il trono di ghiaccio. Probabilmente è la struttura della storia a somigliare all'altra serie della Maas, e in effetti leggendo il secondo romanzo, questa sensazione ha avuto conferma, nel senso che l'evolversi della storia effettivamente somiglia molto a quello che accade tra il secondo e il terzo romanzo della serie de Il trono di ghiaccio. 

Detto ciò, non posso dire che il romanzo non mi sia piaciuto o che la storia in sè sia brutta. Sto leggendo il secondo romanzo e sicuramente continuerò la serie, perchè si tratta comunque di un bel fantasy e perchè lo stile della Maas mi piace molto. Quindi pur se Il trono di ghiaccio resta la mia serie preferita tra le due, A court of thorns and roses costituisce comunque un buon inizio per una serie che a quanto pare ci terrà compagnia ancora per molto. Buona lettura! 

"Pity those who don't feel anything at all.”

Commenti