[Rubrica "Books in the World"] Review: A Court of Mist and Fury di Sarah J. Maas


Buona giornata cari Lettori e buon inizio di settimana! Oggi nuovo appuntamento con Books in the World, andremo a parlare del seguito di A Court of Thorns and Roses.

A Court of Mist and Fury riprende la storia esattamente dopo gli eventi del finale del precedente romanzo, vi lascio di seguito la trama ma attenzione agli spoiler!

Feyre è sopravvissuta agli artigli di Amarantha per fare ritorno alla Spring Court, ma ad un prezzo altissimo. Anche se ora ha i poteri degli High Fae, il suo cuore rimane umano, e non può dimenticare le terribili azioni che ha dovuto compiere per salvare la gente di Tamlin.  E nemmeno ha dimenticato il suo accordo con Rhysand, High Lord della temuta Night Court. Mentre Feyre naviga tra la fitta rete fatta di politica, passione e potere, un male più grande si avvicina e lei potrebbe essere la chiave per fermarlo. Ma solo se imparerà a controllare i suoi poteri, curare la sua anima a pezzi e decidere come forgiare il proprio futuro, e il futuro di un mondo spaccato in due. 

Pochi giorni fa abbiamo parlato del primo romanzo di questa serie, Il seguito della storia ha confermato il mio pensiero riguardo al nuovo lavoro della Maas. Pur essendo una storia piacevole, non riesce purtroppo ad essere appassionante ed incisiva quanto la serie Il trono di ghiaccio.

Dopo gli eventi finali narrati nel primo volume della serie, Feyre si ritrova a fare i conti con la sua nuova natura. Ad aiutarla dovrebbe esserci Tamlin, il Lord della Spring Court, il fae che in primis l'ha spinta a fare quel che ha fatto per salvare lui e i suoi simili. Ma l'unica cosa che Tamlin fa è soffocarla nel tentativo di proteggerla. Feyre si ritrova prigioniera nel posto che pensava fosse la sua casa. L'inaspettata  via d'uscita arriverà con Rhysand, Lord della Night Court, venuto a reclamare Feyre in seguito ad un accordo fatto con lei. Sfuggita alla prigione dorata costruita per lei da Tamlin, Feyre ricomincerà a vivere e riuscirà a scendere a patti con la sua nuova natura...

Devo ammettere che ho preferito questo romanzo al primo, la storia si arricchisce di particolari, il mondo Fae creato dall'autrice si fa più interessante, e gli stessi personaggi tendono ad essere meglio caratterizzati. Nel primo romanzo avevo trovato il protagonista maschile della storia, Tamlin, noioso e banale, stavolta a farla da padrone c'è Rhysand, personaggio che si rivela molto più interessante e che ha molte più sfaccettature rispetto a Tamlin. Per quanto riguarda Feyre devo dire che l'ho apprezzata maggiormente ma resta comunque un personaggio a cui non riesco ad affezionarmi del tutto.

Purtroppo lo sviluppo della storia è risultato troppo prevedibile, gli intrecci e le relazioni tra i personaggi vanno a seguire uno schema che abbiamo già visto nella serie de Il trono di ghiaccio. Questo twist così prevedibile della trama purtroppo va a penalizzare il romanzo, lo stesso finale mi ha lasciato con l'amaro in bocca e non mi ha soddisfatta completamente.

Stavolta l'autrice va a rielaborare il mito di Ade e Persefone, e devo dire che la chiave di lettura che dà al mito mi è piaciuta molto. Il world building è descritto magnificamente ed è ricco di particolari, sicuramente uno dei punti forti della serie. A Court of Mist and Fury costituisce un passo in avanti per questa serie rispetto al primo romanzo, ma, come il suo predecessore, non ha saputo conquistarmi completamente. Buona lettura! 

"To the people who look at the stars and wish...To the stars who listen, and the dreams that are answered."

Commenti

  1. Ciao Ilaria, purtroppo non sono mai riuscita a leggere un libro intero in lingua originale, aspetto la pubblicazione italiana per farmi un'idea ^_^

    RispondiElimina

Posta un commento