Terra di sangue

Buona giornata cari Lettori e buon inizio settimana! Sono appena tornata da una settimana di vacanze e nei prossimi giorni vi parlerò delle letture fatte negli ultimi mesi. Iniziamo con uno degli ultimi libri pubblicati dalla Edizioni E/O, un thriller ambientato in Africa.

Terra di sangue è un romanzo in bilico tra il giallo e il thriller e dalle atmosfere estremamente esotiche e particolari. La storia è ambientata in una fattoria africana di Huilwater, in Sudafrica. Il capo della polizia locale viene chiamato per un omicidio avvenuto nella fattoria. La proprietaria della fattoria, una giovane donna bianca di nome Freddie Swarts insieme ad una bambina, vengono brutalmente massacrate nella loro casa. Le ragioni alla base dell'omicidio sono molto misteriose, nessuno riesce a capire come sia potuto succedere.

I sospetti ricadono prima sui ladri di bestiame, ma poi si spostano sulle tribù del posto a causa di una serie di dettagli che sembrano richiamare le tradizioni tribali. L'arrivo alla fattoria della sorella della donna uccisa riporterà a galla ulteriori dettagli che potrebbero far luce sul mistero che sembra rappresentare appieno le mille contraddizioni del Sudafrica e dell'Africa in generale.

Chi mi conosce almeno un po', sa bene che solitamente i thriller non rientrano nei miei generi di lettura prediletti. Non so perchè ma, appena letta la trama di questo romanzo, me ne sono sentita immediatamente catturata. La lettura mi ha piacevolmente sorpresa, il romanzo infatti ha completamente catturato la mia attenzione trascinandomi in un mistero ricco di intrighi e dal sapore esotico!

L'omicidio di Freddie Swarts non fa altro che fare luce su una serie di problemi profondamente radicati nel tessuto sociale del Sudafrica. Lo scontro tra i bianchi e le tribù, i problemi legati ai ladri di bestiame e gli scontri per la terra che vedono protagoniste le tribù del posto. L'omicidio di Freddie sembra essere collegato un po' a tutto, ma i risvolti della vicenda saranno molto inaspettati.

Lo stile della Brynard è molto descrittivo, elegante ma mai noioso. Ho trovato la narrazione molto interessante, il ritmo del racconto è spesso serrato e riesce a mantenere desta l'attenzione del lettore che si ritrova completamente avvolto nella spirale del mistero. Il finale del romanzo mi ha spiazzata, non mi aspettavo una conclusione del genere ma devo dire che l'ho trovato davvero molto bello e ben congegnato.

Le ambientazioni del racconto sono sicuramente uno dei punti forti della storia. Ci troviamo in Africa e i paesaggi selvaggi sono protagonisti del racconto e ci fanno sentire esattamente le sensazioni e le emozioni dei personaggi. Questo romanzo, caratterizzato da ritmi intensi e da un mistero estremamente intricato, riuscirà a catturarvi e a tenervi col fiato in sospeso fino alla fine! Buona lettura!

"Soltanto la terra aveva resistito, impassibile, a prescindere da a chi appartenesse il sangue che l'aveva attraversata."

Commenti