La vera storia di Ragnvald di Møre

Oggi parliamo di un libro pieno di tradizione e guerra per la supremazia. Viking. Le ossa di Ardal è la storia di Ragnvald Eysteinsson, primo Conte delle Orcadi, braccio destro di Harald I Bellachioma, primo re di Norvegia. Ci troviamo nella Norvegia del IX secolo e violenza e superstizione, sangue e Dei, sono all'ordine del giorno per popoli che sono vissuti in periodi in cui la forza era tutto e la sottomissione dell'essere più debole alla base.

Una storia travolgente piena di combattimenti e sangue, la Norvegia di quei tempi era una terra divisa fra molti popoli ma qualcosa stava cambiando e un solo Re era destinato a governare. Forza, tenacia e costanza in uomini rudi e potenti , non erano ammesse debolezza e fragilità.

Uomini forti e donne che dovevano sottostare ad essi fra cui il personaggio di Svanhild, sorella di Ragnvald,  destinata al matrimonio. Un personaggio molto affascinante con mille sfaccettature, forte e determinato che ha deciso di intraprendere altre ardue scelte, così come gli altri personaggi studiati nei particolari. 

Forse molte volte la lettura è stata leggermente pesante con un linguaggio troppo lungo e prolisso a causa della complessità della storia e dei personaggi ma l'ambientazione affascinante ripaga di tutto.

Commenti