Viaggio verso la sperdutezza

Buon pomeriggio cari Lettori e buon fine settimana! Oggi parliamo di un altro romanzo che avrei dovuto recensire un po' di tempo fa...

In viaggio con Benjamin è uno dei primi romanzi della nuova collana di narrativa straniera della Bonfirraro Editore. I protagonisti della storia sono il piccolo Benjamin e il suo papà David. Dopo aver drammaticamente perso la moglie, David decide di partire insieme a Benjamin per un viaggio che dovrebbe portarli lontano dalla città in cui ci sono troppi ricordi della loro vita familiare.

Un viaggio attraverso l'Europa, da Praga alle Alpi, dalle Dolomiti a Trieste fino ad arrivare alle isole greche. Un viaggio che diventa un vero e proprio percorso psicologico e di crescita per ritrovarsi e trovare un nuovo equilibrio padre-figlio.

Questo romanzo racconta una storia drammatica e dai toni molto intimistici con uno stile particolarmente emozionante e  coinvolgente. La storia raccontata è la storia di un rapporto padre-figlio sconvolta dalla perdita della figura femminile della famiglia. David e Benjamin devono imparare a stare da soli, devono imparare a vivere in un modo nuovo, ed è proprio a questo che servirà il viaggio che intraprendono.

Al centro del racconto c'è proprio questo viaggio, un viaggio che potremmo definire un percorso alla scoperta di sè, una sorta di viaggio della speranza che condurrà i due protagonista ad una nuova consapevolezza di sè. Ho trovato davvero molto bello il rapporto tra David e Benjamin, l'autore ha saputo ricreare perfettamente la dinamica padre-figlio mettendo al centro della storia i sentimenti e le emozioni più profonde.

Il sottotitolo del romanzo, Verso la sperdutezza, è molto azzeccato. Il viaggio che David e Benjamin fanno sembra un viaggio disperato verso l'ignoto ma in realtà alla fine sarà proprio quel percorso, quel viaggio attraverso una natura meravigliosa e l'incontro con altre persone, a salvarli dal dolore e a permettergli di riavvicinarsi e ricominciare.

In viaggio con Benjamin è una storia  molto emozionante, ricca di spunti di riflessione sulla vita e sul viaggio che ognuno di noi fa. Un viaggio meraviglioso alla scoperta di sè stessi! Buona lettura!

"Si tratta di trovare la speranza lì dove, oggettivamente, tutto sommato speranza non c'è. Una speranza del tipo «eppure». Eppure la speranza, a dispetto di tutto. Eppure la felicità."

Commenti