Un romanzo in cui anche il più freddo cuore riscoprirà il calore del Natale

Ava si trova in uno dei periodi più brutti della sua vita, modista di cappelli fatti a mano e su misura, vive una vera è propria crisi finanziaria e come se non bastasse si ritrova a Natale, periodo che odia, lontana dai genitori e con un ex fidanzato, Harvey, che la tortura, minacciando di pubblicare alcune loro foto intime. 

Ava stremata dalle situazioni avverse, decide di rifugiarsi da tutti, nascondendosi dietro se stessa. Non si fa convincere nemmeno dal super sexy Sam, capo dei suoi amici Tod e Izzy. Sam però non demorde ed è deciso a conquistare quella ragazza bella quanto enigmatica, il tutto si rivelerà un compito davvero duro, fatto di fraintendimenti e colpi di scena. 

Un libro che non parla solo d’amore, l’autrice riesce ad inserire nella gioiosa aria di Natale due temi davvero importanti nella nostra società moderna. Primo, la violenza psicologica che molte donne sono costrette a fronteggiare, spesso sole, contro ex che non mollano. Ava con la sua determinazione e nonostante la paura chiede aiuto, senza timore, perché non bisogna provare vergogna ne sentirsi in colpa, bisogna denunciare e chiedere aiuto. In secondo luogo la malattia della madre di Sam, determinata a vivere al massimo quello che potrebbe essere il suo ultimo Natale. 

Sam cercherà di far sì che la madre sia felice tanto da commissionare ad Ava un cappello su misura, per quando le cadranno i capelli dopo la chemio, Sam per far felice la mamma chiederà ad Ava di fingersi sua fidanzata e così attraverso una bugia, a fin di bene, Ava scoprirà di nuovo la magia del Natale. Un romanzo in cui anche il più freddo cuore riscoprirà il calore del periodo più bello dell’anno.

Commenti

Posta un commento