Il "mio" libro rivelazione di questo 2017


Buon pomeriggio lettori!
Buona domenica e buon ultimo giorno dell'anno!
"Il mare c'è ma non si vede a Ischiano Scalo, un paesino di quattro case accanto a una laguna piena 
di zanzare. Questo è lo scenario nel quale si svolgono due tormentate storie d'amore. Pietro e Gloria sono due ragazzini. Lei è figlia di un direttore di banca, lui di un pastore psicopatico. Lei è bella, sicura e un po' arrogante, lui è timido, irresoluto, sognatore. Eppure un sentimento strano che assomiglia curiosamente all'amore li attrae... Dopo anni di assenza, torna a Ischiano anche Graziano Biglia, logoro play-boy. Qui conosce la professoressa Flora Palmieri, una donna sola e misteriosa che in paese tutti tengono a distanza. Dovrebbero appartenere a due universi lontani, ma in fondo è proprio tra i poli opposti che scoccano scintille, così... Burattinaio narratore, manipolatore di destini, Ammaniti crea e dissolve coincidenze, pronto a catturare di volta in volta gli aspetti più comici o inquietanti della realtà. Ti prendo e ti porto via è un'epopea tenera e crudele della scoperta del mondo e di quella lunga ferita che è la giovinezza."

L'ironia del destino ha fatto in modo che trovassi il "mio" libro rivelazione del 2017 in questi ultimi giorni dell'anno.
Anche l'anno scorso trovai il libro rivelazione a dicembre (La campana di vetro), coincidenze?

Comunque, ammetto che il libro mi ha subito attirato per la forma e la copertina, mi piacciono i libri piccoli, compatti e con decorazioni street style.
Successivamente, dopo aver letto la trama, mi ha attirato.

La cosa bella di questo libro è che la trama è tutta una menzogna, anzi, la realtà è tutta una menzogna.
Il lettore parte all'inizio del libro con un'idea, dopo un po' pensa:"mhh, e dove vuole andare a parare lo scrittore?".
Dopo un po' pensa di nuovo: "Ah! Finalmente ho capito. Ora ha tutto più senso.".
Poi si ritroverà a fine libro inorridito, sconvolto...

Tutto questo è alimentato dal narratore onnisciente che coincide con lo scrittore, che ci fa credere di possedere tutte le informazioni per mettere insieme i tasselli del puzzle.
In realtà molte volte le informazioni ci arrivano, però in ritardo, quando ormai è già tutto successo, e noi non possiamo fare altro che gli impotenti spettatori di quelle tragedie.

Mi dispiace che quest'edizione non sia più disponibile perché me ne ero innamorata.
Ovviamente sono disponibili altre edizioni, non preoccupatevi.

Comunque, mi sono innamorata di questo libro e ho deciso di leggere altre opere di Ammaniti.
Spero di riuscirle a recuperare al più presto e a recensirle.
Alla prossima recensione e buon anno!



Commenti