[Anteprime Edizioni E/O] Il viaggiatore e il chiaro di luna di Antal Szerb & L'albero della speranza di Arai Man

IL LIBRO

Pagine: 272  Prezzo: € 16,00
Data di uscita: 16 Novembre 2017
Negli anni Trenta una coppia di Budapest parte in luna di miele per l’Italia. I due nascondono irrequietezza sotto un’apparenza borghese. Ma l’incontro con un’Italia oscura e magica spezza il loro razionale equilibrio. Lui inizia un viaggio mistico e allucinato, prima alla ricerca di un amico d’infanzia diventato monaco in un’Umbria oscura e arcaica; poi in una Roma sensuale dove morte ed erotismo s’incontrano.  Lei parte per Parigi a meditare su un matrimonio fallito, ma anche a verificare nel tourbillon d’incontri galanti e pericolosi la saldezza della sua vocazione borghese. La luna di miele si trasforma in un doppio viaggio spirituale, una ricerca sul significato della vita e della morte scritta con elegante levità.

AUTORE

Antal Szerb è nato a Budapest nel 1901 ed è morto nel 1944 in un lager nazista. È autore di un altro romanzo pubblicato dalle Edizioni E/O: La leggenda di Pendragon.

IL LIBRO

Pagine: 64  Prezzo: € 10,00
Data di uscita: 30 Novembre 2017
L’albero della speranza è la storia dell’ultimo albero rimasto in piedi sulla costa di Fukushima in seguito al catastrofico tsunami del 2011. Sulla costa investita dal maremoto, circa quattrocento anni fa era stato piantato un bosco di pini marittimi comprendente circa settantamila piante. In seguito al terribile cataclisma la pineta è stata quasi completamente spazzata via, tranne l’albero protagonista di questa breve storia in versi. Una metafora della vita umana che si confronta con la sciagura e che trasmette un grande messaggio di speranza. Una storia giapponese che, raccontata dall’albero stesso, diventa un messaggio universale. Il testo è accompagnato dalle straordinarie foto dell’albero e della pineta prima e dopo lo tsunami. Un libro originalissimo, un oggetto emozionante.Un libro poetico corredato da splendide fotografie.

AUTORE

Arai Man svolge la sua attività in molteplici ambiti, è scrittore, paroliere e compositore, nonché regista delle cerimonie di inaugurazione e chiusura delle olimpiadi invernali di Nagano. Tra i riconoscimenti ottenuti, il premio Akutagawa come romanziere e il premio come miglior compositore ai Japan Record Awards.

Commenti