Una vita perfetta.

Oggi sono qui a parlarvi di un libro elegante e raffinato. Questo è il terzo libro di Luca Terenzoni un autore che seguo dall'inizio e che mi sta molto a cuore (se vi siete persi le altre recensioni vi rimando qui e qui). Con questo terzo volume Luca consacra la sua bravura nella scrittura, lasciando che il romanzo scorra veloce e sicuro. Come sempre intreccia le vite di più persone, giungendo ad un finale inaspettato e affascinante.

Ci troviamo divisi fra Firenze la culla del rinascimento, Madrid e Londra. Maxime e Martine hanno un matrimonio stabile, una felicità appagata e costante anche se molte volte l'apparenza inganna e ciò che appare perfetto in realtà non lo è, a minacciare la coppia è un imminente viaggio di Maxime a Londra. Tutto precipita e anche il più piccolo dubbio diventa un abisso, per quale motivo? Cosa è successo?

Attraverso i sentimenti dei protagonisti ci accorgiamo che essi con gli anni possono variare, assopirsi e diventare labili e evanescenti. Una coppia può traballare e vacillare se non ci sono radici forti da entrambi i lati. L'amore può essere potente, un arma a doppio taglio e i rancori possono far male e incidere sul cuore una ferita profonda. I ricordi possono essere duri. In un intreccio di vicissitudini troviamo la passione e la vita di due donne che si ritrovano dopo tanti anni.

Commenti