Il Kelpie, lo spirito maligno acquatico

Appartengono alla mitologia celtica. Secondo la leggenda sono demoni acquatici che infestano i laghi e i fiumi di Scozia e Irlanda. Parliamo dei kelpies. 

Questi spiriti maligni sono dei mutaforma, possono infatti assumere diverse sembianze per ingannare i poveri malcapitati [...]

Il Kelpie si presenta frequentemente sotto forma di cavallo bianco. Appare vicino a fiumi e laghi, dove attende gli ignari viandanti. Si racconta che una volta saliti sulla sua groppa, per loro sia impossibile scendere. I malcapitati, infatti, restano incollati alla schiena del Kelpie in una presa così forte da non consentire scampo. Il loro destino sarà quindi quello di inabissarsi nelle profondità del fiume o lago, per essere divorati. 

I kelpies sono forti e robusti, ma hanno un punto debole. Se si riesce ad impossessarsi delle loro briglie, possono essere sottomessi alla propria volontà.

Queste creature leggendarie sono anche visibili nella creazione artistica dello scultore Andy Scott.

In Scozia, vicino a Falkirk, si trovano due enormi sculture  a forma di cavallo, che rappresentano i kelpies della leggenda. 

Inaugurate nel 2014 le due statue hanno dimensioni record: alte 30 metri e pesanti 600 tonnellate!!

Il Kelpie può assumere forma umana. E secondo alcuni racconti, anche allora conserva i suoi zoccoli. Quasi tutti i fiumi e i laghi conservano una leggenda legata a queste creature maligne. La più famosa è quella di Loch Ness. In Scozia.

Commenti