[Elliot Edizioni] La ragazza che fermò il tempo & Una Sciamana a Londra

Sapete quanto abbiamo amato i libri di Elliot Edizioni, sono diversi e particolari ecco due uscite per voi...

COLLANA SCATTI
pp.188 - euro 18

Un’affascinante storia di sogni, illusioni e fantasmi popolata da personaggi vividi, un esordio raffinato che si inserisce nella tradizione della grande letteratura americana.

Quando la giovane e bella Lenore risulta tra le vittime di un incidente aereo, tutta la famiglia Montana è profondamente scossa. È sconvolto suo marito Chas, costretto dal lutto a fare i conti con la propria coscienza sporca. È distrutto Maxwell, fratello minore di Chas, segretamente innamorato della cognata. È affranta Cecilia, sorella di Chas, che ha perso un’amica amatissima. Sono turbati il signor Montana e sua moglie, che rimpiangono la dolce nuora scomparsa. È toccato anche Jez, amico di famiglia e giovane braccio destro del signor Montana. A questo dramma familiare si trova ad assistere quasi suo malgrado Richard Parkland, che si è trasferito nella casa sulla spiaggia accanto alla sfarzosa e imponente villa dei Montana per scrivere il suo secondo, attesissimo romanzo. Richard viene accolto nella famiglia come se fosse un vecchio amico, Maxwell lo sceglie come suo confidente e Cecilia come oggetto delle sue attenzioni sentimentali. Indeciso tra il mantenersi distaccato e il farsi coinvolgere, egli osserva gli eccentrici Montana con un misto di attrazione e diffidenza. Ma quando una sera Lenore bussa alla porta di casa sua e gli chiede di nasconderla e di riferirle le reazioni del marito e degli altri membri della famiglia alla notizia della sua morte, Richard viene catapultato al centro di un’intricata rete di rivelazioni, segreti e rapporti complessi e delicati.
La ragazza che fermò il tempo è un’affascinante storia di sogni, illusioni e fantasmi popolata da personaggi vividi, un romanzo d’esordio raffinato e ricco di riferimenti alla grande letteratura americana (Fitzgerald, Hemingway e Poe su tutti). 

J. M. TOHLINE
È nato nel 1985 a Natick, una cittadina del Massachusetts, e attualmente vive in campagna nelle Grandi Pianure americane con la moglie Abby e i loro gatti, che si chiamano “The Old Man And The Sea” e “East Of Eden”. Nella primavera del 2012 è stato segnalato dalla «Los Angeles Review» tra gli autori under trenta che stanno dando un volto nuovo alla letteratura americana. La ragazza che fermò il tempo è il suo primo romanzo.


Dai tabloid inglesi ai rituali millenari nelle foreste amazzoniche, la storia straordinaria di una donna alla scoperta di sé

A ventinove anni, Anna Hunt è una famosa giornalista di cronache mondane, ha un fidanzato aitante e in carriera come lei, un bell'appartamento nel centro di Londra e un futuro brillante. Eppure qualcosa le manca, anche se non sa capire cosa.
COLLANA RAGGI
pp. 256 - euro 18,50
Quando decide di prendersi una pausa per trascorrere tre mesi in Perù a contatto con la natura, i suoi amici la credono impazzita: come farà lei, abituata a vestiti eleganti, tacchi a spillo, cocktail con duchesse e attori famosi, a cavarsela nella giungla amazzonica? Invece il viaggio di Anna non solo la farà innamorare della giungla facendola sentire bene come non mai, ma, attraverso la pratica di rituali sciamanici, tecniche di meditazione e visioni rivelatrici liberate dalla potente droga ayahuasca, la porterà a scoprire una parte di sé che finora ha sempre messo da parte e a capire la falsità della vita che ha condotto fino a quel momento.
La accompagna, in questo viaggio di rinascita, un affascinante sciamano, Maximo Morales, impenetrabile e carismatico, forse non del tutto immune al fascino di lei.
Ma Anna è pur sempre una donna occidentale e arriva il momento del ritorno, pieno di ansie e domande: come sarà riprendere la vita di sempre a Londra? Per avere successo nel lavoro perderà di nuovo se stessa e il benessere interiore o riuscirà a fare tesoro di ciò che ha imparato? E cosa significa davvero per lei Maximo? Cosa il suo vecchio fidanzato?
Vero come un memoir e avvincente come un romanzo, Una sciamana a Londra è un libro affascinante e di grande ispirazione, che parla della nostra condizione di occidentali stressati, incapaci di capire cosa vogliamo davvero, e racconta in modo brillante e spesso comico una strada personale sulla via della felicità.


ANNA HUNT
Laureatasi a Cambridge in Storia moderna, è stata una giornalista di cronaca mondana per vari giornali britannici. Ora mette in pratica ciò che ha imparato nei suoi viaggi in Perù, nella giungla amazzonica e nei suoi studi sullo sciamanismo con ritiri sciamanici e workshop a livello internazionale. Una sciamana a Londra racconta la sua storia.


 

Commenti