Recensione: Le notti bianche di Fëdor Dostoevskij

Buon Pomeriggio!
Oggi è una bellissima giornata di primavera e voglio parlarvi di un Classico imperdibile: Le notti bianche di Dostoevskij...


Le notti bianche è, insieme a Delitto e Castigo, la più amata e la più letta delle opere di Dostoevskij. Protagonista è la figura del sognatore, nella cui esistenza, chiusa in un mondo di fantasticherie,irrompe per un breve attimo la giovane Nasten'ka. Simbolo del pulsare delle emozioni, Nasten'ka offrirà per la prima volta al sognatore scampoli di vita vera,finchè una sua lettere,con l'annuncio delle proprie nozze,non lo "risveglierà" per riportarlo al suo destino di illusioni. Sullo sfondo di una Pietroburgo deserta e quasi magica,si inserisce l'intendo dialogo tra i due protagonisti,pure voci,la cui identità è l'oggetto stesso delle loro riflessioni e della loro autocoscienza.

"Che sia chiaro il tuo cielo,che sia luminoso e sereno il tuo caro sorriso,che tu sia benedetta per l'attimo di beatitudine e di felicità che hai dato ad un altrui cuore solo,riconoscente! Dio mio!Un intero attimo di beatitudine! 

Ed è forse poco seppure nell'intera vita di un uomo?"

Le Notti bianche è un breve scritto di Dostoevskij,che mette al centro del romanzo la figura del Sognatore e di Nasten'ka,che una notte si conoscono e da questo punto per quattro notti di fila si incontreranno,parlando delle loro vite...
Oltre a loro però,protagonista importantissima è la città di San Pietroburgo,qui descritta da Dostoevskij come una città quasi deserta,colta sempre nei suoi momenti notturni e più quieti,una San Pietroburgo che fa da meraviglioso sfondo alla storia del Sognatore!
Il Sognatore,di cui non conosciamo neanche il nome,ha sempre vissuto nei suoi sogni e si è sempre rifugiato solo nell'immaginazione,evitando di affrontare e vivere appieno la sua vita. Ma una notte,conoscendo la giovane Nasten'ka, piena di vita e di voglia di viverla,il suo percorso di vita inizierà a cambiare...
Qui inizia una nuova vita per il Sognatore,che rendendosi conto di non aver vissuto affatto e innamoratosi di Nasten'ka,deciderà di provare a vivere una vita reale e non solo una vita fatta di sogni mai realizzati e di opportunità mai colte.
Ma anche questa volta Dostoevskij non concede un vero lieto fine per il suo protagonista,per il Sognatore.
Le notti bianche è un breve ma molto intenso romanzo,commovente,romantico e poetico!
I dialoghi sono brillanti,meravigliosi ed è impossibile stancarsi dello stile di quest'immortale autore russo!
Una lettura consigliatissima a tutti gli amanti dei classici e a chi non smette mai di sognare!

Votazione:
Cinque Cuori

Consigliamo di accompagnare la lettura con...

Baci...
Ilaria


Commenti

  1. wow :) lo devo leggere. Mi ha molto colpito e al tempo stesso incuriosito questo libro.

    RispondiElimina
  2. letto e apprezzato! davvero un personaggio dolcissimo, il sognatore!!

    RispondiElimina

Posta un commento