Recensione: La ragazza che fermò il tempo di J.M. Tohline

Buona Giornata!
Ecco una nuova Recensione...


Quando la giovane e bella Lenore risulta tra le vittime di un incidente aereo, tutta la famiglia Montana è profondamente scossa. È sconvolto suo marito Chas, costretto dal lutto a fare i conti con la propria coscienza sporca. È distrutto Maxwell, fratello minore di Chas, segretamente innamorato della cognata. È affranta Cecilia, sorella di Chas, che ha perso un’amica amatissima. Sono turbati il signor Montana e sua moglie, che rimpiangono la dolce nuora scomparsa. È toccato anche Jez, amico di famiglia e giovane braccio destro del signor Montana. A questo dramma familiare si trova ad assistere quasi suo malgrado Richard Parkland, che si è trasferito nella casa sulla spiaggia accanto alla sfarzosa e imponente villa dei Montana per scrivere il suo secondo, attesissimo romanzo. Richard viene accolto nella famiglia come se fosse un vecchio amico, Maxwell lo sceglie come suo confidente e Cecilia come oggetto delle sue attenzioni sentimentali. Indeciso tra il mantenersi distaccato e il farsi coinvolgere, egli osserva gli eccentrici Montana con un misto di attrazione e diffidenza. Ma quando una sera Lenore bussa alla porta di casa sua e gli chiede di nasconderla e di riferirle le reazioni del marito e degli altri membri della famiglia alla notizia della sua morte, Richard viene catapultato al centro di un’intricata rete di rivelazioni, segreti e rapporti complessi e delicati.
La ragazza che fermò il tempo è un’affascinante storia di sogni, illusioni e fantasmi popolata da personaggi vividi, un romanzo d’esordio raffinato e ricco di riferimenti alla grande letteratura americana (Fitzgerald, Hemingway e Poe su tutti). 

La ragazza che fermò il tempo narra principalmente di una famiglia, una famiglia come tante, con i suoi problemi e i suoi contrasti,che si trova a dover affrontare una morte improvvisa: la scomparsa della giovane Lenore,moglie di Chas...
Ogni componente della famiglia reagisce in modo diverso,e ad osservare le loro reazione c'è Richard,protagonista del romanzo,nonchè scrittore che si ritrova ad interagire con i vari componenti della famiglia Montana dopo il lutto.
Ma un giorno Lenore,che in realtà non è morta,torna a casa e bussa alla sua porta, e a questo punto per Richard inizia la lenta scoperta della verità che c'è alla base delle relazioni della famiglia Montana...
Il libro è molto breve e di semplice lettura ,ma la storia per come viene raccontata,non mi è piaciuta molto,anzi ho trovato la narrazione un po lenta e a tratti noiosa e in più molte situazioni che vengono descritte,sono abbastanza confuse e non sempre ben descritte.
Una lettura veloce,che cerca di approfondire le dinamiche delle relazioni all'interno della famiglia,anche se non riesce completamente in questo intento!

Votazione:
3 Cuori

Consigliamo di accompagnare la lettura con...


Baci
Ilaria

Commenti