Recensione: Chaos di Lauren Oliver

Buon Pomeriggio!
Ho appena finito di leggere Chaos di Lauren Oliver,e sono alquanto sconvolta!
Eccovi la mia Recensione...


Nel mondo di Lena l’amore è bollato come delirium, una terribile malattia che va estirpata da ogni ragazzo prima che raggiunga i sedici anni. Lena non vede l’ora di ricevere la cura, perché ha paura di innamorarsi ed essere emarginata dalla società, ma proprio il giorno dell’esame conosce Alex, un ragazzo bellissimo e ribelle che ha votato la sua vita a combattere contro chi vuole renderli privi di emozioni. L’amore tra Lena e Alex comincia tumultuoso e cresce ogni giorno di più, fino a che i due innamorati non decidono di scappare nelle Terre Selvagge per unirsi definitivamente alla ribellione, ma purtroppo i piani non vanno come previsto… Ora Lena è da sola nelle Terre Selavagge, senza Alex, che ha visto cadere dall’altra parte della rete, senza la sua amica Hana, con cui ha litigato prima della fuga, e senza la vita che conosceva. E vuole dimenticare quello che è successo, perché ricordare fa troppo male.
Adesso è il tempo di farsi nuovi amici ed è il tempo di unirsi alla ribellione: contro chi vuole estirpare la possibilità di amare dal cuore di tutti gli uomini e contro chi le ha portato via Alex… 

Ho aspettato Chaos per tanto tempo,e appena l'ho avuto tra le mani, ho iniziato a leggerlo senza fermarmi.
Non è stata una lettura semplice, Chaos è un libro più complesso di Delirium,da molti punti di vista. Il libro riprende da Lena, Lena che scappa nelle Terre Selvagge,lasciandosi alle spalle tutto quello che ha sempre conosciuto,tutto quello in cui ha sempre creduto e sopratutto lasciandosi dietro Alex,l'unica persona della quale poteva fidarsi,la persona che doveva aiutarla e sostenerla...
A questo punto Lena è sola e la narrazione si divide in Prima e Adesso: nel Prima ripercorriamo la fuga di Lena fino all'arrivo nella Resistenza,dove conoscerà Raven, Tack,Sarah,Blu e tanti altri "Invalidi" come lei. Attraverso nuove esperienze,alcune molto forti, Lena diventa una nuova persona,rinasce e tenta di dimenticare,di non pensare ad Alex,per evitare il dolore. In Adesso,invece, ci troviamo davanti una Lena già cambiata,che non è più la ragazzina spaurita che abbiamo conosciuto in Delirium, ma che è diventata una donna forte,che sa quello che vuole e lotta per ottenerlo. Lena vive in città a New York,dove si è infiltrata per la Resistenza ed è qui che conosce Julian,nuovo personaggio messo in scena dalla Oliver,che pian piano si scaverà un posto nel cuore di Lena.
La parte più interessante del libro è probabilmente l'evoluzione di Lena,come riesca ad adattarsi alla sua nuova vita,come riesce a superare il dolore e a trovare la forza di andare avanti. Julian è un bel personaggio,e anche se ci troviamo davanti ad un triangolo amoroso,questo non è banale ne prevedibile,perchè Julian e Lena non stanno dalla stessa parte,ma riescono comunque a salvarsi a vicenda e ad intrecciare un legame molto forte!
Lo stile della Oliver mi piace moltissimo,riesce a catapultarti nel libro,a farti provare quello che provano i suoi personaggi e a sentire le stesse cose...
Il ritmo del romanzo è incalzante,ci sono molto colpi di scena e la narrazione non è mai lenta: io ho praticamente letto fino a notte inoltrata e ho fatto fatica a chiudere il libro,tanta era la tentazione di continuare a leggere!
Ma come ho già detto Chaos non è una lettura semplice,anzi è un pugno nello stomaco,e quando sono arrivata alla fine,pensando che niente potesse essere peggio del finale di Delirium,mi sono ritrovata davanti qualcosa che mai mi sarei aspettata,e ho girato pagina sperando di trovare un altro capitolo,qualcos'altro e invece nulla...
Il finale mi ha sconvolta e mi ha lasciato con mille dubbi,che verranno risolti solo nel terzo libro,quindi dovrò armarmi di tanta pazienza e prepararmi per un'altra lunga attesa!

La cosa che mi ha sempre affascinata di questa Trilogia è il fatto che presenti una realtà Distopica molto reale: un futuro in cui l'amore e tutto ciò che comporta,vengono considerati una malattia,un male che bisogna estirpare per permettere all'uomo di agire in base a logica e raziocinio e non solo in base alle passioni e agli affetti. 
Ma anche se è vero che l'amore che proviamo per gli altri ci spinge spesso ad agire anche senza pensare,chi vorrebbe una vita all'apparenza perfetta,fatta di azioni dettate dalla logica,senza sorprese o colpi di scena improvvisi?
Anche se spesso l'amore è doloroso, una vita senza amore e senza affetto non è una vita degna di essere vissuta,perchè sono questi i sentimenti che ci rendono quello che siamo,e mentre Lena scopre cos'è davvero l'amore,noi leggendo ci ricordiamo perchè è tanto importante!
Per tutti quelli che ancora non l'hanno fatto,leggete Delirium e Chaos e lasciatevi infettare dal Delirium Amoris Nervosum!

L'amore è la più mortale tra le cose mortali: ti uccide sia quando ce l'hai, sia quando non ce l'hai...

Votazione:
5 Cuori

Consigliamo di accompagnare la lettura con...


Baci
Ilaria

Commenti

  1. Sarà la mia prossima lettura. E' lì che mi aspetta sul comodino *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente letto. Bellissimo, come tutti i romanzi dell'autrice!

      Elimina
    2. E' vero,la Oliver non delude mai! :)

      Elimina
  2. Lo sto leggendo giusto ora ma sono proprio all'inizio e non credo di poter giudicare. Spero sia così entusiasmante come dici tu e non deludente come ho sentito dire in giro.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto molto,ma alla fine sono gusti personali! :)

      Elimina

Posta un commento