[Recensione in Anteprima] Il Libro del Male (Inspector McLean #2) di James Oswald


Buon pomeriggio cari #FeniLettori! Dalla Giunti, come dalla Fabbri per il libro precedentemente recensito, siamo stati scelti per leggere questo libro in ANTEPRIMA. In questi ultimi tempi fortunatamente stanno succedendo molte cose positive per il blog (ormai aperto da quattro anni) e di questo ne sono davvero felice; il lavoro (seppur gratuito) ripaga almeno in gratitudine.  Dopo la nostra Intervista all'autore James Oswald ecco la nostra recensione...

Il libro del male è il secondo caso dell’ispettore Tony McLean, un personaggio burbero e stressato dal lavoro con un passato oscuro che, in parte, verrà a galla in questo secondo volume. L'ispettore si era occupato, nel primo volume "Nel nome del male”, del caso dell'assasino di Natale, Donald Anderson che per dieci anni ha sparso il terrore a Edimburgo, uccidendo dieci donne e seguendo sempre lo stesso modus operandi. Tra le vittime, anche la fidanzata dell’ispettore McLean, Kirsty. Finchè il killer non ha commesso un grave errore consentendo a McLean di porre fine a quella catena di ferocia. Dodici anni dopo, Anderson è morto, è stato ammazzato in cella, ma il tempo di assaporare la vendetta per McLean non è ancora arrivato. Con l'avvicinarsi del Natale, infatti, un altro corpo viene rinvenuto: una ragazza nuda, legata a un ponte, e sottoposta allo stesso brutale rituale di anni addietro. Ed è così che nella mente di Anderson si insinua un tarlo indelebile...

Il romanzo è scritto con estrema sapienza, sinceramente, sono incredula del fatto che James Oswald sia un auto-pubblicato perché il suo stile di scrittura è completo. Apposito per Thriller atroci e feroci. I personaggi vengono descritti perfettamente e si ci affeziona subito odiando chi di dovere. La sua maestria è palpabile, tutto sembra confluire in un unico punto, quello in cui egli stesso vuole portarci.

Uno stile incisivo, seppure forte e intenso che lascia che l'anima si attacchi alle pagine e non le lasci più. Si viene emotivamente coinvolti in questa storia. Edimburgo viene descritta in maniera sublime, pregna di particolari e atroci verità. Una città velata e ambigua.


Il passato e il presente si fondono in un solo vortice rendendo questo thriller, unico degno di uno scrittore di fama mondiale. James Oswald ha saputo ben dosare i suoi elementi e ha impregnato le pagine velandole di una nota paranormale, che non guasta. Qualcosa di misterioso che porta le righe a intrecciarsi e confondersi, riuscendo perfettamente ad arrivare al nocciolo della questione .

Un Thriller da togliere il fiato, che lascia, piacevolmente colpiti. Il talento di questo scrittore è davvero sensazionale e le descrizioni approfondite dei luoghi, dei personaggi e la loro caratterizzazione rende lo stile originale. Un libro che sicuramente prima o poi diventerà una fiction, questo è poco ma sicuro! Buona Lettura...

Commenti