[Segnalazione] Da qualche parte oltre l'arcobaleno di Emiliano Petrone

Pagine: 220 Prezzo: 0,99€
Editore: Lettere Animate
Uscita: 13 Febbraio 2015
Federico è un ragazzo di ventotto anni che sta vivendo il periodo più complicato della sua vita. Tutto è iniziato due anni prima con la morte della madre, proseguendo con il dover assistere al successo della sua ex compagnia teatrale, abbandonata per un buon lavoro come copywriter, ma soprattutto perché spinto dalle pressioni del padre. Inoltre, la commedia che regala il successo agli ormai ex colleghi, fu ideata e scritta proprio da lui. Una beffa molto amara, ma che è solo il preludio a quanto sta per accadere. Infatti, come se non bastasse, arriva l’uno due che farebbe vacillare anche il più forte dei pugili: il licenziamento improvviso e una relazione decennale che si sgretola sotto i suoi piedi. Si ritrova così in un vortice di negatività da cui non sa come uscire, ma nel momento di peggior sconforto, dopo aver pianto e pregato sulla tomba di sua madre, incontra Carlo, un vecchio amico di scuola che non vede dai tempi delle medie. Davanti a una pizza, rievocano i ricordi del passato e infine finiscono a raccontarsi il presente. Sarà proprio Carlo a spingere Federico lontano da tutti e tutto, proponendogli un lavoro nel suo albergo a San Francisco e, nonostante il rimorso di lasciare solo l’anziano padre rischi di divorarlo, si convince a partire per la California.
Nasco a Roma, il 17 Luglio del 1980. Cresciuto con il mito di Isaac Asimov, all'età di diciotto anni decido di scrivere romanzi di fantascienza. Ho alcune idee che mi sembrano ottime, ma temo di non avere ancore la giusta esperienza per compiere un passo del genere e mi nascondo dietro la promessa di completarlo, prima o poi. Il prima, però, scompare nel momento in cui trovo lavoro come tecnico informatico, impiego che mi terrà impegnato per ben quindici anni e che ad oggi, è ancora in grado di darmi il pane quotidiano. In tutto questo tempo, non faccio altro che raccogliere idee e prendere appunti, aspettando che il "poi" si decida a entrare in campo campo. Questo avviene nei primi mesi del 2013. Apro così il cassetto dei sogni e inizio a scrivere una storia soft, ricca di sentimenti e qualche scena (spero) divertente, che devo ammettere essermi capitata davvero. L'obiettivo è quello di lanciare un messaggio e allo stesso tempo convincermi di avere le carte in regola per provarci ma soprattutto riuscirci. E i romanzi di fantascienza? Questione di tempo...

Commenti