[Recensione] Le stanze dei fantasmi


Buon pomeriggio cari Lettori!
Oggi parliamo di un bel classico, del cui recupero dobbiamo ringraziare la Del Vecchio Editore...


Le stanze dei fantasmi è un romanzo corale,scritto in parte da Dickens e in parte da altri autori suoi contemporanei. La storia inizia con il trasferimento di Joe e Patty, fratello e sorella, in una tenuta di campagna, oggetto di strane storie da parte dei cittadini. Si dice infatti che la casa sia infestata,popolata da strane creature di origine soprannaturale. Per sfatare il mito Joe si trasferisce insieme alla sorella nella tenuta,e invita per le feste natalizie un gruppo di amici,che accettano di trasferirsi nella tetra e isolata villa per circa tre mesi,durante i quali dovranno scoprire se le storie che si raccontano in giro sulla casa siano vere o frutto della fantasia. Solo durante la Dodicesima notte si riuniranno per parlare e raccontarsi quello che hanno scoperto. Fino a quel momento nessuno menzionerà mai quello che accade nelle loro stanze durante le lunghe notti invernali...

Ambizioso progetto di Dickens,che decise di raccogliere alcune fra le menti letterarie più brillanti dell'Ottocento, "Le stanze dei fantasmi" è un esperimento perfettamente riuscito,che riesce a calibrare soprannaturale, satira e scrittura classica, creando un romanzo piacevolissimo ed originale!

L'ambientazione della villa infestata rimanda ai racconti dell'orrore di Poe,ambientazione che viene ridimensionata poi con il proseguire della narrazione facendola divenire più classica e meno tetra. Ogni capitolo è a cura di uno scrittore diverso, a parte Dickens che ne cura anche l'introduzione; in ogni capitolo è perfettamente distinguibile lo stile dell'autore, grazie anche a diverse scelte di prosa, addirittura uno dei racconti è scritto in versi. Ogni protagonista si trova a fare i conti con un fantasma diverso che abita la stanza in cui soggiorna, fantasmi che al termine del racconto trovano la loro reale identità, non più creature soprannaturali, ma paure, semplici paure umane talmente temute da diventare reali e prendere forma di fantasmi...

Un piccolo gioiello, una lettura imperdibile per gli amanti della letteratura inglese!

"Alla fine tutti ci siamo persi in questo caos quotidiano,in mille pensieri diversi,e ora viviamo indolenti una vita di vaghi rimorsi; eppure qualcuno ci tiene il posto e aspetta paziente che torniamo a occuparlo,senza pretendere niente..."

Commenti

  1. Io devo dire che ho preferito "La casa sfitta" l'altro esperimento di Dickens, qui alcuni racconti mi hanno un pochino annoiata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ancora non ho letto "La casa sfitta", però questo mi è piaciuto molto! :)

      Elimina
  2. l'ho aggiunto alla mia lista desideri.

    RispondiElimina

Posta un commento