[Recensione] I giorni dell'amore e della guerra di Carla Maria Russo


Buon pomeriggio cari Lettori! Come sono andati questi giorni di vacanza? Io non posso lamentarmi, ho passato delle belle giornate in ottima compagnia! Oggi parliamo della mia ultima lettura, un bel romanzo storico edito Piemme...

I giorni dell'amore e della guerra è il secondo romanzo di Carla Maria Russo che va ad approfondire la vita di Caterina Sforza. Ormai rimasta vedova, Caterina diventa signora di Forlì e di Imola, ed è costretta a difendere sè stessa e la sua famiglia dagli assassini del marito, intenzionati a toglierle la reggenza. Proprio durante gli anni che la videro lottare e vincere infine la Rocca di Ravaldino, Caterina si innamora perdutamente di Giacomo Feo, un semplice stalliere. Per difendere quell'amore diventato per lei ragione di vita, Caterina inizia a perdere la presa su tutto ciò che la circonda, abbagliata dall'amore neanche si rende conto che i nemici che pensava di aver sconfitto tramano nell'ombra per prendersi la loro rivincita sulla Tigre di Forlì...

La storia di Caterina Sforza è estremamente affascinante e Carla Maria Russo riesce a raccontarla in maniera da permetterci di comprendere esattamente l'immensa forza di volontà di questa donna.
All'inizio del romanzo Caterina sta difendendo con le unghie e con i denti la Rocca di Ravaldino, l'ultima roccaforte rimasta dopo l'assassinio del marito. Inaspettatamente, con forza e astuzia, Caterina riesce a resistere e sconfigge chi non desiderava altro che distruggerla.
L'arrivo di Giacomo Feo nella sua vita la mette per la prima volta di fronte al potere dell'amore, Caterina si innamora perdutamente e difende quell'amore con tutta la forza che possiede, non capendo però che sarà proprio quel sentimento così forte a segnare la sua sconfitta.

Essendo un'amante dei romanzi storici non potevo che apprezzare questa storia che va ad approfondire un personaggio che ho sempre trovato molto affascinante. Caterina Sforza venne soprannominata "La Tigre" e leggendo questo romanzo si capisce chiaramente il perchè. Caterina è una donna forte, d'indole ribelle, capace di tener testa agli uomini più potenti che furono suoi contemporanei. Astuta e abile addirittura in battaglia, Caterina fu una donna eccezionale, specialmente se teniamo conto del periodo storico in cui visse. L'autrice ne fa un ritratto preciso, storicamente accurato ma che va ad approfondire anche il lato più umano di questa donna.

Lo stile è ricco ma scorrevole, preciso dal punto di vista storico e molto piacevole da leggere. In ordine cronologico seguiamo gli eventi principali della vita di Caterina, dalla conquista del potere fino alla caduta. Tra intrighi politici, tradimenti e amori, emerge principalmente la figura di una donna che fu capace di governare, di lottare, di vincere e di amare appassionatamente. Un romanzo storico imperdibile! Buona lettura!

"Ogni innamoramento è un atto di ribellione, una rivoluzione, una rinascita totale e profonda."

Commenti