[Recensione] L'inverno del pesco in fiore di Marco Milani


Buona giornata cari Lettori e buon inizio settimana! Oggi parliamo di un romanzo che ripercorre oltre un secolo di storia italiana...  

L'inverno del pesco in fiore è un romanzo storico che dal 1900 ripercorre gli eventi principali della storia italiana visti attraverso gli occhi delle famiglie Bondoli e Bardin.
La storia inizia a Pechino dove Ernesto Bondoli e Mario Bardin servono come soldati tra le truppe italiane accorse in Cina per sedare una rivolta popolare. Mario non ha nessuno che lo aspetta a casa, Ernesto invece ha una grande famiglia e una cospicua eredità a cui tornare.
Ma Ernesto finirà vittima della rivolta, non farà più ritorno a casa, sarà Mario, guidato dalla foto di famiglia che Ernesto era solito mostrargli, a tornare a Ladispoli. Quale compagno di Ernesto, Mario viene accolto dalla famiglia e ne diventa parte, comprendendo per la prima volta cosa significa avere una famiglia e degli affetti. Non tutto sarà facile però, gli anni e la storia metteranno a dura prova la solidità della famiglia, solo i legami più forti avranno la forza di resistere e di sopravvivere allo scorrere del tempo.

Questo romanzo ripercorre oltre un secolo di storia italiana e lo fa mettendo al centro della scena le vicende che coinvolgono la famiglia Bondoli.
I Bondoli vivono a Ladispoli, sono una famiglia unita, tradizionale. L'arrivo di Mario in parte cambia le dinamiche familiari, anche se il giovane si ambienta immediatamente e di fatto diventa uno di loro. Attraverso gli occhi di Mario e successivamente dei vari personaggi che entrano a far parte della storia, assistiamo ai cambiamenti dell'Italia, vediamo la guerra dal punto di vista del popolo, percepiamo il cambiamento stesso dei Bondoli che si adeguano ai tempi.

Il romanzo ha uno stile corposo, ricco di dettagli ma comunque piacevole e scorrevole. La narrazione ha un bel ritmo e segue alternativamente i punti di vista dei vari personaggi, scelta che ovviamente ci permette di avere un quadro completo della storia e di diventarne parte.
Amo i romanzi storici quindi non ho potuto che apprezzare il fatto che dietro alla storia della famiglia Bondoli ci sia sempre la storia reale, gli eventi principali che hanno segnato l'Italia dal 1900 ad oggi.

I personaggi mi sono piaciuti moltissimo, partendo dal rude patriarca Filiberto, per poi passare a Mario, forte, coraggioso e deciso a proteggere l'eredità familiare, arrivando poi ai personaggi femminili, Virginia, Aurora e Lidia, donne forti che tengono unita la famiglia a dispetto delle difficoltà.
La storia si legge con piacere, ho amato l'atmosfera che si respirava durante la lettura, mi sono totalmente immersa nelle vicende dei Bondoli! Un accurato romanzo storico che si trasforma quasi in una saga familiare! Buona lettura!

"A volte non è possibile infliggere agli altri ciò che meritano. La natura degli uomini è sempre la stessa, per tutti, ma ognuno di noi la esprime in modo diverso."


Commenti