[Recensione] Tutto cominciò a Parigi di Cathy Kelly


Buon pomeriggio cari Lettori! Questa settimana è stata un susseguirsi di giornate studiate al minuto, sono sempre di fretta e ho troppe cose da fare. Solo la sera riesco a trovare un po' di tempo da dedicare alla lettura, oggi parliamo proprio dell'ultimo romanzo che ho letto...

Tutto cominciò a Parigi è un romanzo molto carino che va ad esplorare i rapporti familiari e di coppia.
La storia inizia con la proposta di matrimonio di Michael a Katy, una romanticissima proposta in cima alla Tour Eiffel. L'organizzazione del matrimonio dà l'opportunità a parenti, amici e conoscenti di prepararsi ai grandi festeggiamenti e di riflettere anche sulle proprie relazioni sentimentali, che siano familiari o romantiche. Tra gli invitati c'è Leila, la migliore amica di Katy, che esce fuori da una brutta delusione d'amore; c'è Grace che inaspettatamente si riavvicina all'ex marito; e ci sono Vonnie, Jennifer, Susie e tanti altri che, inconsapevolmente, si ritroveranno a far parte della stessa storia...

Leggere questo romanzo è stato come fare un tuffo nei sentimenti e nelle emozioni più genuine! L'autrice riesce a dar voce a tutti i numerosi personaggi scrivendo una storia corale davvero molto particolare.
Michael e Katy sono un po' il perno della storia, è attorno a loro che gravitano gli altri personaggi della storia ed è sempre grazie a loro che alcuni, in occasione del matrimonio, troveranno il coraggio di affrontare delusioni e paure e sconfiggerle.

Katy Kelly ha scritto una storia a più voci che ha come protagonista l'amore in tutte le sue sfaccettature. Partendo dai novelli sposi con il loro amore così forte, arrivando a Ryan e Jennifer che hanno in comune l'amore viscerale per le loro bambine, arrivando a Leila, delusa e affranta per la fine del suo matrimonio e per quell'amore non corrisposto. Ognuno dei personaggi di questa storia si trova ad un bivio, deve scegliere se restare intrappolato nel passato oppure se aprirsi nuovamente all'amore.

La Kelly ha uno stile molto dolce, scorrevole e a tratti ironico, la narrazione ha un bel ritmo e permette alla storia di scorrere in maniera fluida. Mi è piaciuto molto il modo in cui l'autrice ha gestito i numerosi personaggi con le loro storie, ho trovato ogni vicenda narrata ben inserita nel contesto generale. La parte più importante della storia è costituita dai sentimenti, dalle emozioni dei personaggi che arrivano al lettore chiari e senza filtri e lo coinvolgono nella storia.
Tante storie diverse tra loro ma legate da un unico filo conduttore: l'amore! Buona lettura!

"Amare non significa guardarsi negli occhi, ma guardare insieme nella stessa direzione."


Commenti