[Recensione] Corruzione di Don Winslow

Buona giornata cari lettori! Come va? Io sono sempre super impegnata ma credo di essere riuscita a trovare un certo equilibrio tra tutte le cose da fare. E' vero che non ho tanto tempo quanto prima per leggere in santa pace, però il tempo che ho lo sto usando per leggere tanti bei libri quindi direi che va più che bene così! Ma passiamo alla recensione di oggi.

Corruzione è il primo romanzo che leggo di Winslow, autore di cui ho sentito parlare sempre molto bene. Il protagonista del romanzo è Danny Malone, l'eroe di New York, il poliziotto che ha creato l'unità speciale della polizia di New York più efficace di sempre, la famosa Da Force. La Da Force mantiene l'ordine ad Harlem tenendo a bada criminali e bande organizzate, spesso anche con metodi poco convenzionali. Ma quell'era sembra essere finita, Malone è finito in carcere, da eroe è diventato l'indiziato, i federali l'hanno incastrato decisi a scoprire il giro di corruzione che come un veleno ha invaso anche la sua unità.

Questo romanzo è un classico poliziesco dalle tinte molto forti e quasi violente. E' un noir senza filtri ambientato in una New York corrotta e spietata su cui regna incontrastato Danny Malone. Malone è un personaggio molto controverso, è un poliziotto ma per portare un po' di ordine ad Harlem è sceso a compromessi. La corruzione contro cui ha sempre combattuto alla fine si è infiltrata anche in lui e nella sua unità, proprio per questo è finito nel mirino dei federali.

Lo stile di Winslow è molto lento, descrittivo ma allo stesso tempo anche scorrevole ed elegante. La narrazione ha un ritmo abbastanza lento, specialmente all'inizio, cosa che ha reso la lettura non proprio fluida. L'ambientazione è molto bella e realistica, Winslow è particolarmente bravo nel rendere perfettamente le atmosfere della città.

Purtroppo il libro non mi ha soddisfatta appieno, credo il problema principale, almeno per me, sia proprio il protagonista. Per quanto il romanzo si fondi proprio sulle contraddizioni di Malone, io l'ho trovato un personaggio troppo negativo che dà un'immagine di sè fin troppo esagerata. Le atmosfere e le ambientazioni tipiche di un noir americano sono bellissime, ma la storia fin troppo lenta e un protagonista che non mi ha conquistata hanno reso la mia esperienza di lettura altalenante. Buona lettura!

"La fine conosce il suo inizio, ma l'opposto non vale."

Commenti