La mia esperienza al 30°Salone Internazionale del Libro 2017

Buongiorno miei cari! Finalmente vi parlo del mio viaggio a Torino e dell'esperienza meravigliosa che ho avuto al SalTo2017. Abbiamo pernottato in un appartamento molto carino con un proprietario gentilissimo. 

Il Salone del Libro quest'anno è stato un'esperienza unica e per la prima volta mi hanno chiamata a parlare nella veste di blogger e di questo ne sono veramente orgogliosa. Finalmente, dopo tanti anni qualcuno ha riconosciuto il lavoro duro e meticoloso, non solo sul blog ma su tutti i social associati ad esso e posso dirvi che non è affatto semplice. In linea di massima, si tutto procede bene ma poi venir riconosciuta come interlocutrice è tutt'altra storia, così insieme ad altre blogger siamo state le madrine di alcuni libri editi Bonfirraro Editore, e di questo non ne sono orgogliosa, di più, perchè sono stata abbinata a una persona veramente unica e sorprendente.

Questa volta presentarsi al Salone del Libro di Torino è stata una vera avventura e il riconoscimento di chi siamo si è palesato evidente. Quest'anno abbiamo ottenuto anche i "pass blogger" (anche se come vi dicevo nelle stories, quelli al banco avevano finito la carta e non mi hanno stampato nemmeno un misero cartellino, bah). Il Salone del Libro come nel 2013 non è cambiato affatto, anzi allora ci facemmo una fila di tre ore, ora la fila ce la siamo risparmiata ma l'organizzazione è stata sempre la stessa e sinceramente non mi è piaciuta affatto. Ho preferito la Fiera di Milano, non sono di parte perchè io sono Campana quindi parlo da completa inetta e esterna ai fatti di marketing che girano intorno a queste cose. A impatto però ho preferito Tempo di Libri (se volete leggere il mio articolo QUI), più dinamico, più moderno e più all'avanguardia!

Ritorniamo a noi, ho incontrato molti più scrittori, blogger e via dicendo a Milano che qui ma ci sono venuta solo per un motivo, perchè ero ospite della Bonfirraro e rappresentavo il bellissimo libro di Mariuccia La Manna, Solo una vita, e anche in questo frangente ho conosciuto persone favolose a cominciare dalla stessa autrice. 

Sono passata per i vari stand a salutare gli Uffici Stampa con cui parlo tutti i giorni e come vi dicevo ho incontrato qualche autore, tra cui autori che volevo conoscere da una vita come: Massimo Gramellini, Sara Di FuriaSimona Sparaco. Ho fatto un salto allo stand Bao come sempre per farmi autografare qualche libro. 
Infine il pomeriggio c'è stata la presentazione dei vari libri, una vergogna infinita ma ce l'ho fatta a parlare, per fortuna. Grazie anche a una compagna d'eccezione, l'autrice Mariuccia, un animo affine al mio e una ragazza semplicemente unica. 

Commenti