[Recensione] Cancella il giorno che mi hai incontrato (Starcrossed #1) di Leisa Rayven


Buon pomeriggio cari Lettori!
Ci risiamo! Nuova recensione di un romanzo young adult,che è piaciuto a tutti e che io ho fatto fatica a terminare. In realtà sto pensando di creare una Rubrica per raccogliere tutte le recensioni di Young Adult che inevitabilmente finisco per odiare...Idee per il nome?

Cancella il giorno che mi hai incontrato, già il titolo suona malissimo e non posso dire che il contenuto sia migliore!
Il libro parla di Cassandra e Ethan e della loro tormentata storia d'amore. La narrazione inizia quando i due si rincontrano sei anni dopo la brusca fine della loro relazione, per partecipare ad uno spettacolo teatrale di cui saranno i protagonisti. Per quanto Cassandra voglia credere di essere forte e di poter lavorare in rapporti amichevoli con Ethan, in realtà appena lo rivede in lei si scatena una tempesta di ricordi, che la riportano con la mente al loro primo incontro e alla nascita del loro rapporto.
La narrazione si sposta quindi agli anni in cui entrambi studiavano alla più famosa accademia di recitazione di New York. Per Cassandra era la prima volta in cui viveva sola senza il controllo ossessivo dei suoi genitori,che immaginavano per lei tutt'altro futuro. Lì il suo cammino si incrociò con quello di Ethan, un ragazzo solitario, particolare, l'unico che sembra vedere oltre quello che Cassie mostra agli altri. Cassie e Ethan vengono scelti per interpretare i due innamorati più famosi di sempre, Romeo e Giulietta, e, complice questa intensa interpretazione, danno inizio a un rapporto che si porteranno dietro per sempre...

Io davvero non so da dove iniziare, sembra che non trovi uno young adult (a parte qualche rara eccezione) che mi convinca. Credo che lascerò perdere quasi completamente il genere, tranne quando avrò voglia di farmi quattro risate! Ci ritroviamo davanti all'ennesima storia complicata e turbolenta tra una lei totalmente inconsapevole della sua persona e un lui ovviamente super bello, super talentuoso, insomma super tutto ma dal carattere intrattabile.


Ringraziando il cielo non siamo in un college! La prima volta in cui Cassandra e Ethan si incontrano è alle audizioni dell'accademia, dove gli viene assegnato un esercizio di recitazione in coppia. Si rendono conto fin da subito che tra di loro scorre un'energia particolare, energia che sembra però limitarsi solo alla recitazione, infatti all'infuori delle lezioni i due non vanno molto d'accordo, questo perchè Ethan non sopporta il fatto che Cassie cerchi sempre di fare o dire quello che gli altri vogliono da lei e non imponga la propria volontà. Credo proprio che il motivo principale per cui il libro non mi è piaciuto è proprio Cassandra. Quando una protagonista non mi piace o comunque non riesco a identificarmi in lei, la lettura diventa molto più pesante. E Cassandra non mi è piaciuta per niente.

Partendo dal presupposto che fino ai 19 anni ha vissuto in una bolla di vetro costruita dai suoi genitori, posso capire che quando si ritrova a vivere per la prima volta lontana da casa e sola provi una certa eccitazione nel vivere quest'esperienza. Ciò a mio parere non giustifica però la maggior parte dei suoi comportamenti. Cassie è scialba, piatta e noiosa, quando vede Ethan e inizia a conoscerlo, l'unica cosa a cui riesce a pensare ininterrottamente, e non sto scherzando, è portarselo a letto.


Al contrario di Ethan, che pur avendo atteggiamenti discutibili mostra comunque una certa coerenza, Cassie invece non trasmette nulla, non sono neanche riuscita a capire perchè ha deciso di mettersi contro tutti per poter studiare recitazione, quando in realtà non dimostra tutta questa passione per la recitazione! Il rapporto tra i due è strano, poco chiaro e a mio parere non particolarmente romantico. La narrazione è alternata tra passato e presente quindi abbiamo modo di assistere alla nascita della relazione tra i due protagonisti e poi, dopo un salto temporale di sei anni, al nuovo incontro e alla convivenza su un palcoscenico.

Per la maggior parte del tempo mi sono chiesta cosa volesse davvero raccontarci l'autrice, una storia d'amore? Io di amore ne ho percepito davvero poco, più che altro mi è sembrato di assistere alle avventure pseudo sfrenate di una ragazzina che d'improvviso si ritrova senza i genitori pronti a bacchettarla. Un'altra cosa che proprio non mi è andata giù è il fatto che il romanzo è basato esclusivamente su Cassie e Ethan, si so che sono i protagonisti e che ovviamente la storia ruota intorno a loro, ma ho notato che i personaggi secondari sono davvero poco sviluppati, anzi sono quasi inesistenti, nient'altro che una mera cornice.

Sinceramente mi sono annoiata parecchio durante la lettura, tranne qualche momento in cui ho riso per l'assurdità di alcune situazioni. La mia ostinazione nel voler trovare a tutti i costi qualcosa che soddisfi le mie aspettative nel panorama Young adult non sta dando buoni risultati. Ho letto tante opinioni positive su questo libro ma quello che mi sono trovata davanti è un romanzo bruttino, con una protagonista insopportabile e una storia banale. Direi che è tutto, si è abbondantemente capito che non mi è piaciuto!

Vi avverto, nei prossimi giorni arriverà un'altra recensione sul genere, giusto per farci male!

Commenti