[Recensione] Un incidente chiamato amore di Gemma Townley

Jennifer Bell deve scegliere: un lavoro e una vita stabile oppure una vita dedicata al benessere dell’ambiente in giro per il mondo. Senza indugio si ritrova ad aver mollato il fidanzato e a iniziare una nuova vita. Ma la sua nuova vita senza volerlo dipende da sua mamma Harriet, dirigente della Green Futures, da anni in concorrenza con l’azienda del suo ex-marito, nonché padre di Jennifer. Lui, reo di averle abbandonate senza più farsi vedere, improvvisamente riappare nelle loro vite quando Harriet decide che Jen deve scoprire se il padre è coinvolto in qualche affare losco.

Jen inizialmente trova la cosa alquanto assurda, ma pian piano inizia a capire che può esserci per lei un'occasione di riscatto. Inizia così un master alla Bell Consulting che trova molto interessante, soprattutto quando incontra il suo bello e intelligente professore, Daniel Peterson. Tra amore e strategie di marketing rischia di mandare tutta l’ operazione a monte, infatti il padre la scopre e salta la sua copertura in modo parziale perchè riscopre il suo rapporto col padre; così continua le sue indagini segrete ma capisce ben presto che il papà è ben lontano da ciò che la madre ha sempre raccontato.

La storia diviene sempre più tesa tra bugie e colpi di scena fino ad arrivare ad un lieto fine per tutti. Il racconto non è molto fluido, mi sono spesso persa, soprattutto quando si parlava di strategie di marketing, la protagonista però mi è piaciuta molto.

È stato bello vedere come si è evoluta nel corso della storia, il finale un pò scontato però nel complesso è un libro piacevole.

Commenti