[Anteprima] La Vampira snob di Noémi Szécsi & Helen Hessel, la donna che amò Jules e Jim di Marie-Françoise Peteuil


Romanzi e racconti
pag. 304 euro 15,90
Uscita: 29 gennaio 2014
Uno dei pochissimi romanzi dedicati al tema del vampirismo nella pa-tria di Bela Lugosi. Al suo esordio Noémi Szécsi reinterpreta con ironia e cinismo la tradizione ungherese del genere rileggendola in chiave pa-rodistica e attualizzandone i temi.

Jerne Voltampère, l’ultima discendente di una stirpe di vampiri, vive a Budapest con la nonna ultracentenaria, donna maliarda e sensuale di giorno e spietata cacciatrice notturna, che tenta invano di spingere la nipote verso la tradizione di famiglia. Jerne infatti persegue testardamente il suo sogno: fare la scrittrice di favole per bambini. Tra riflessioni sull’opera di Hans Christian Andersen e un odio verso Winnie Pooh, le giornate trascorrono prima nel lavoro come corret-trice di bozze in una casa editrice d’infanzia, poi come lavapiatti in un ristorante vegetariano, fra la relazione con un vampiro dalla personalità disfunzionale e l’apparizione di un angelo sino alla sua morte, cui seguirà la rinascita come vampira. Una sarabanda di personaggi e storie raccontata da una voce colta, ironica e grottesca, che tratta con disincantata leggerezza e sano cinismo temi attuali come l’appartenenza a generi e nazionalità, il rapporto tra uomo e donna e il disagio dei giovani verso il mondo del lavoro.

Noémi Szécsi è una delle più brillanti giovani voci della letteratura ungherese. Con la sua opera d’esordio, La vampira snob, ha scalato la vetta delle classifi-che, conquistando pubblico e critica. Il suo secondo romanzo Il Montecristo co-munista ha vinto nel 2009 il Premio della Comunità Europea per la Letteratura 2009.
Le Boe
pag. 296 - euro 16,90
Uscita: 5 febbraio 2014
La biografia della donna al centro del romanzo Jules et Jim di Henri- Pierre Roché che ha ispirato il film omonimo di François Truffaut.

Helen Hessel, la Catherine del celebre film di Truffaut Jules et Jim, ha vissuto all’insegna dell’audacia e della forza delle sue convinzioni. Due volte sposata e due volte divorziata con lo scrittore tedesco Franz Hessel (Jules nel film), ma contemporaneamente innamorata alla follia di Henri-Pierre Roché (Jim del film, colui che scriverà il romanzo omonimo da cui fu tratto il film).
I 96 anni della sua vita non si possono però riassumere solo nei suoi amori tu-multuosi: pittrice e giornalista nella Germania hitleriana, ha partecipato alla Re-sistenza aiutando il figlio Stephan. E’ stata vicina alle avanguardie artistiche frequentando a Marcel Duchamp, Man Ray, Picabia, Walter Benjamin, Thomas Mann e Aldous Huxley.

Marie-Françoise Peteuil vive a Parigi, dove coniuga l’insegnamento della ma-tematica con la sua passione letteraria.

Commenti