[Recensione] Il Grattacielo di Francesco Capasso

Questo romanzo, concluso da un paio di giorni, ha lasciato una lunga scia nel mio cuore. Non è proprio quello che sta succedendo nel nostro paese?! Il romanzo mi è pervenuto in e-book, una piccola novella, dai temi fondamentali e forti.

Il protagonista si troverà in un grattacielo e si perderà tra i suoi piani. Seguirà l’impulso di salire sempre più su, anche se sta cercando la via di ritorno. Intraprenderà un viaggio in verticale tra personaggi surreali: l’uomo uccello, il collega della morte e tanti altri, mentre il mondo caotico della città si allontana, è sempre più in basso, e noi sempre più immersi nel cielo, che è lo specchio del mare della nostra coscienza.

La scrittra è profonda e fluida, non pecca di avvallamenti, anche se breve, lo scrittore ha reso tutto omogeneo e scorrevole. Il percorso che l'uomo farà, per pagare una semplice multa, renderà tutto molto grottesco quasi horror, specialmente uno dei personaggi m'ha fatto rabbrividire. Il grattacielo è come un percorso di vita, forse quello che ognuno di noi fa, forse sono i problemi che ci affliggono ogni giorno. Surreale a tratti ipnotico ha saputo donare una vena alquanto veriteria al tutto .


Commenti